SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “Per fin troppo tempo la Riserva Sentina è stata lasciata abbandonata. I sentieri e le strade carrabili sono malridotte. Mancano strutture e mezzi di accoglienza turistica. L’erosione costiera avanza incontrastata mettendo in pericolo anche la storica torre e avanza la Sentina è una Riserva Naturale ma non e non per questo deve essere totalmente dimenticata dalla politica regionale” . A parlare è il consigliere comunale di Forza Italia a San Benedetto Valerio Pignotti.

“Il Ponte Ciclopedonale promesso e annunciato è rimasto solo sulla carta e assomiglia sempre più al Ponte sullo stretto di Messina. Ora la misura è colma, l’abbandono dell’area non è più possibile. Chiediamo alla Regione Marche di intervenire celermente” prosegue Pignotti. “Il Piano della Costa che è stato approvato dal Consiglio Regionale a dicembre annovera al proprio interno tutta una serie di interventi finanziati con Fondi Bei tra cui anche 10 milioni di Euro per combattere l’erosione costiera in zona Sentina; peccato che i fondi siano saltati in seguito alla mancata sottoscrizione da parte del Ministro dell’Ambiente Costa del piano di finanziamenti provenienti dall’Ue”.

“Ed eccoci qui con la nostra Riserva Sentina senza alcuno stanziamento per combattere l’erosione con una politica regionale che a tutti gli effetti inganna il nostro territorio. C’è urgenza e necessità di finanziamenti e di progetti per la Riserva Sentina. La Regione batta subito cassa al Governo e ottenga i fondi essenziali per la salvaguardia e il rilancio dell’area”.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.