GROTTAMMARE – Dopo aver analizzato cinefilosoficamente temi come il rapporto tra mito e logos e la natura della politica, prosegue il corso sui rapporti tra cinema e filosofia intitolato “La visione e l’enigma”.

Si tratta di una sezione “speciale” che fa parte della 25a stagione dell’Associazione Culturale Blow Up di Grottammare, intitolata “Cinelocomozioni”. A condurci in questo meraviglioso viaggio nei rapporti tra cinema e filosofia, ci saranno studentesse, studenti e docenti di tre scuole diverse del Piceno: l’IIS “Fazzini-Mercantini” di Grottammare, con l’Istituto Tecnico Turistico, il Liceo Classico “G. Leopardi” di San Benedetto del Tronto e il Liceo “Stabili-Trebbiani” di Ascoli Piceno.

Il terzo incontro-laboratorio si svolgerà dalle 16 alle 19 sabato primo febbraio presso la nuova sede nell’Ospitale-Casa delle Associazioni al Paese Alto di Grottammare, ed è aperto a tutti, amanti di cinema, appassionati di filosofia, curiosi, studenti, genitori, insegnanti, etc. L’appuntamento, intitolato “Le ombre delle idee”, dal titolo di un’opera del filosofo italiano Giordano Bruno, sarà dedicato a temi come la meraviglia, la magia, l’animazione e l’illusione, tutti a cavallo tra cinema e filosofia. Si proverà a riflettere sulla natura illusoria del cinema, sulla sua vocazione magica (e dunque tecnologica?) sulla meraviglia suscitata dalla realtà e dai fenomeni umani e naturali e su quella originata dai sogni, dall’immaginazione visiva e dall’animazione cinematografica. Si indagherà sugli insospettabili rapporti tra filosofia, magia e tecnica.

A questo e ad altri problemi si tenterà di rispondere attraverso l’analisi di sequenze di formidabile bellezza e significato tratte da film come “Hugo Cabret” di Martin Scorsese, “Giordano Bruno” di Giuliano Montaldo, “Prestige” di Christopher Nolan, “Paura in palcoscenico” di Alfred Hitchcock e altri.

I partecipanti saranno coinvolti nell’interpretazione di sequenze filmiche e brani filosofici costruendo in prima persona l’attività laboratoriale e attivando un dialogo culturale tra esperienze e punti di vista diversi.

Durante il pomeriggio è prevista una pausa-merenda filosofica, per rinvigorire le capacità interpretative dei partecipanti, con degustazione di pane, dolci e tisane preparati con materie prime offerte dal Negozio Biologico “Germogli” di San Benedetto del Tronto.

L’ingresso è libero per tutti gli studenti dei tre Istituti coinvolti; per tutti gli altri la tessera F.I.C. ha un costo di 10 euro. La tessera F.I.C. consentirà poi di partecipare liberamente a quasi tutte le iniziative del ricco calendario della rassegna. Per informazioni e iscrizioni: associazioneblowup@gmail.com, 3779162068.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.