SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Quello che è accaduto domenica 26 gennaio preoccupa la provincia e non solo.

Ci riferiamo al transito dei cinghiali in autostrada tra Grottammare e Pedaso con due animali uccisi da automobilisti in transito, rimasti illesi dal forte impatto.

Qui il nostro articolo

Cinghiali sull’A14, due animali investiti e uccisi. Automobilisti illesi

Il prefetto di Fermo Vincenza Filippi ha chiesto alla Società Autostrade, alla Polizia stradale, al Comando provinciale dei carabinieri e alla Polizìa provinciale di Fermo l’attivazione di servizi mirati congiunti volti alla verifica dello stato delle recinzioni posizionate lungo l’asse autostradale sul territorio della provincia.

L’iniziativa fa seguito alla presenza lungo la A14 di quattro cinghiali, il 26 gennaio scorso, nel territorio tra Grottammare e Pedaso con grave rischio alla circolazione viaria e all’incolumità delle persone: due ungulati sono stati travolti da automobilisti in transito.

Il prefetto di Fermo ha anche chiesto che si proceda ad una capillare attività perlustrativa in determinante aree geografiche in prossimità dell’autostrada, così da poter verificare l’eventuale presenza di ricoveri saltuari di cinghiali.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.