SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Pensava di farla franca e poter trafugare all’interno di una casa, situata in pieno centro in Riviera, approfittando dell’assenza degli occupanti. E invece ad un 37enne, di origine georgiana, è andata molto male.

Il 26 gennaio gli agenti del Commissariato di San Benedetto hanno arrestato lo straniero, sorpreso a rubare all’interno di un appartamento di un palazzo.

In pieno pomeriggio, verso le 17, al 113 era pervenuta una chiamata da parte di un cittadino sambenedettese che segnalava la presenza di un estraneo, il ladro appunto, dentro la sua abitazione. Il proprietario aveva ricevuto la segnalazione grazie al sistema d’allarme installato all’interno dell’appartamento.

I poliziotti, grazie alle indicazioni del padrone di casa, hanno raggiunto tempestivamente il “luogo del delitto” e hanno notato che l’appartamento era chiuso dall’interno con la catenella di sicurezza inserita nel relativo alloggiamento.

Sono seguiti attimi concitati nel corso dei quali, vistosi scoperto, il ladro tentava di temporeggiare ulteriormente ma avuta la consapevolezza di non avere altre vie di fuga si arrendeva dato anche l’arrivo di altri agenti giunti sul posto. Il malfattore è stato arrestato: si era impossessato di denaro e gioielli che, ovviamente, sono stati poi restituiti al legittimo proprietario.

L’arrestato, proveniente dall’Est europeo, è stato portato nel carcere di Marino del Tronto e messo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Nella mattinata del 27 gennaio l’arresto è stato convalidato.

 


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.