CUPRA MARITTIMA – Nuovi sviluppi, diffusi dalla Questura di Ascoli, in merito a quanto accaduto nella mattinata del 26 gennaio in autostrada.

Qui il nostro precedente articolo 

“Sorpresa” in autostrada, avvistati cinghiali tra Grottammare e Pedaso

Stamattina, intorno alle ore 10.20 circa, quattro cinghiali hanno fatto ingresso in autostrada al chilometro 295 territorio di Cupra Marittima, attraverso una falla nella recinzione, andando persino ad oltrepassare il new jersey che separa le due carreggiate.

Mentre due di loro si sono subito allontanati nei campi circostanti, gli altri due sono stati investiti: il primo da un’autovettura, il cui impatto ne provocava la morte sul posto, il secondo, invece, da un mezzo pesante che lo feriva gravemente.

Provvidenziale l’intervento della pattuglia dell’Autostradale di Porto San Giorgio, che riusciva tempestivamente a far decelerare ed arrestare il traffico, tenendolo bloccato per circa 10 minuti.

Una volta sul posto, gli operatori, vedendo l’animale (situato al centro della carreggiata con direzione sud) sofferente e al fine di scongiurare possibili drammatiche conseguenze per la circolazione stradale, decideva di abbattere l’animale.

Vivo è ancora il ricordo di un anno fa (nella notte tra il 2 e il 3 gennaio 2019) in A1 nei pressi di Lodi, quando un episodio simile ha causato un grave incidente stradale, con la morte di un giovane e diversi feriti gravi tra cui 3 bambini.

Per fortuna, nell’episodio odierno, nessuno dei conducenti coinvolti riportava lesioni gravi, ma sicuramente un forte spavento.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.