SAN MARCO SERVIGLIANO : Testa 6 dall’ 83’ Ferretti n.g), Dano 6 ( dal 46’ Mattioli 5,5), Pompei 6, Gesuè 7, Aliffi 6 (dall’ 83’Paolucci n.g.), Mallus 5, Frinconi n.g.( dal 30’ Fuglini 6), Juvalè 5, Galli 5,5, Sanci 5, Censori 5,5 ( dal 67’Mancini 6 ). A disp. Iommi, Tracanna e Paglialunga. All. Morreale 5,5
PORTO D’ASCOLI : Di Nardo 6, Petrini 7, Pasqualini 6,5, Gabrielli 7,5, Vallorani 7, Sensi 7, Ciarmela 6 (dal 57’ Valentini 6,5),  Rossi 7,5 (Trawally dall’ 85 n.g), Ruggeri 6 ( dal 67’ Di Tecco 6,5),  Napolano 7 ( dal 73’ Fazzini 6,5), Verdesi 8 (dal 76’ Cinaglia 6,5). A disp. Cannella, Vannicola, Vespa, Di Marco. All. Zappalà 7
Marcatori : Verdesi al 23’ Napolano al 60’
Arbitro : Serani dell’Aquila 7
Note : Giornata fredda ma soleggiata. Spettatori 100 di cui 20  provenienti da Porto D’Ascoli. Espulso Mallus al 59’ per doppia ammonizione. Frinconi, colpito alla testa nei primi minuti è uscito al 30’ e trasportato in ambulanza all’ Ospedale di Fermo per accertamenti. Recuperi : 1’ nl primo tempo, 5’ nel secondo tempo
Di Roberto Raneri
SERVIGLIANO – Buona la prima. Il Porto D’Ascoli riprende la marcia dopo una serie di sconfitte  che sono costate il posto a mister Izzotti. I Dirigenti hanno promosso dalla Juniores Donatello Zappalà sperando di ripetere le gesta di Santo Alfonsi. Vittoria meritata e mai in discussione quella dei rivieraschi che con l’ esperienza di Napolano  e la freschezza di Verdesi, classe 2002 (giudicato dagli addetti ai lavori unanimamente miglior under finora di tutta l’Eccellenza) hanno letteralmente annichilito un San Marco che ha pagato la panchina corta. Dicevamo di Verdesi, gran protagonista in quanto al 23’ ha realizzato un bel gol ricevendo sulla sinistra un diagonale di Rossi dalla parte opposta. Poi nella ripresa con uno dei suoi dribbling ubriacanti si procura un rigore, poi trasformato magistralmente da Napolano che ha realizzato il dodicesimo gol in diciassette partite. Nella stessa occasione il giocatore che aveva provocato il penalty e cioè  Mallus veniva espulso per doppia ammonizione. La partita finiva praticamente li’. La vittoria il Porto D’Ascoli l’ha costruita a centrocampo dove Gabrielli e Rossi hanno disputato una gara magistrale, ma anche la difesa col duo centrale Vallorani-Sensi che ha annullato le due punte fermane Galli e il neoacquisto Sanci ha fatto la sua parte. E il San Marco? Sicuramente ha delle attenuanti: dopo pochi minuti Frinconi si è infortunato a causa di uno scontro di testa con un avversario poi ha continuato a giocare per una ventina di minuti prima di essere sostituito. Anche il portiere Testa (comunque incolpevole sul gol) non era nelle migliori condizioni fisiche. Strepitoso invece Gesuè che ha cantato e portato la croce da solo (un po’ come Angiulli nella Samb). Ottima la prova di Valentini che col suo movimento ha disorientato gli avversari  nonostante se nel finale abbia sprecato un paio di occasioni e di Trawally che nei pochi minuti in cui è sceso in campo è sembrato un treno sulla fascia sinistra. Un po’ sottotono invece il centravanti Ruggeri e il tornante Ciarmela che comunque hanno fornito il loro contributo, il primo tenendo al squadra alta, il secondo con qualche inserimento sulla fascia. Insomma una rondine non fa primavera, ma se le premesse sono queste ci sono ancora le possibilità per rimediare e lottare per i primi posti. Certo sarà difficile competere con le corazzate Anconitana e Castelfidardo ma un  buon piazzamento in chiave play-off non è più un miraggio.

Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.