SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Non poteva essere altrimenti e dopo il venerdì nero (clicca qui) che ha visto inondare letteralmente l’area urbana di San Benedetto di mezzi pesanti e automobili provenienti dall’A14 chiusa al casello di Grottammare e Val Vibrata per accertamenti sulla galleria Colle Di Marzio (ma vi sono 16 gallerie da Pedaso a Pescara sotto osservazione con massima concentrazione nel Piceno), è il momento delle critiche e delle polemiche.

Se i cittadini sfogano la loro frustrazione contro la gestione del traffico, Claudio Benigni, esponente cittadino del Pd ed ex consigliere comunale, critica direttamente il sindaco Pasqualino Piunti mettendolo a confronto con la collega di Alba Adriatica Antonietta Casciotti, la quale, con un post sulla sua pagina Facebook, aveva avvisato preventivamente della chiusura imminente del casello pubblicando anche l’ordinanza di Autostrade per l’Italia.

“Visto che l’ottimo sindaco di Alba Adriatica Antonietta Casciotti ha tempestivamente postato su facebook la notizia della chiusura del tratto autostradale A14, allegando copia dell’ordinanza inviata da Autostrade per l’Italia – scrive Benigni –  Considerato che l’ordinanza dovrebbe essere stata inviata di logica a tutti i Comuni interessati, specie a quelli dove è stato imposto l’obbligo di uscita dal tratto autostradale, mi domando e chiedo:
come è stato possibile che nella città di San Benedetto non sia scattato un piano traffico di emergenza per attenuare gli inevitabili disagi ai cittadini?”

“In una città come la nostra la cui viabilità è già carente normalmente, dove basta un acquazzone intenso per metterla in tilt, di fronte alla chiusura annunciata di un arteria così trafficata (la maggiore delle sole quattro direttrici che attraversano San Benedetto: lungomare-viale dello Sport-Statale 16 e Autostrada), non si pianifica ed organizza nulla?” continua il democratico.

“Ma al di là della bravura del sindaco di Alba Adriatica nell’avvisare la cittadinanza e che non pretendo di emulare, ieri sera sulla Statale alle 21 c’erano ancora tanti camion incolonnati, senza un vigile che dico uno, almeno negli incroci principali” e conclude: “No, non è possibile, questa non è la mia città”.

Di seguito i due screenshot del sindaco di Alba Adriatica, clicca qui per il post.

L'immagine può contenere: testoL'immagine può contenere: testo


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.