GROTTAMMARE – Mentre proseguono con successo gli incontri sui rapporti tra cinema e filosofia “La visione e l’enigma”, arriviamo alla sedicesima tappa per la 25a stagione dell’Associazione Blow-Up di Grottammare intitolata Cinelocomozioni e dedicata al viaggio, la più grande avventura dell’umanità. Una tappa speciale dedicata al “Giorno della memoria”: lunedì 27 gennaio presso l’Ospitale, Casa delle Associazioni, a Grottammare Alta, alle ore 21.15, verrà proiettato in anteprima regionale il film “I bambini di Rue Saint Maur 209” di Ruth Zylberman un meraviglioso documentario di ricerca che mette al centro un viaggio triste e terribile: la deportazione.

La regista francese ha scelto un edificio parigino di cui non sapeva nulla, il 209 di Rue Saint-Maur. All’inizio della Seconda Guerra Mondiale, prima del rastrellamento del 16 luglio 1942, al civico 209 di Rue Saint-Maur a Parigi abitavano circa 300 persone. 100 erano ebrei, dall’Italia, dalla Polonia, dalla Romania. 52 di essi vennero deportati. Per diversi anni ha indagato con l’obiettivo di ritrovare i vecchi inquilini del palazzo, per poter ricostruire la storia di quella che era stata una piccola comunità ebrea durante l’occupazione nazista. Ha ritrovato alcuni degli ex abitanti del 209 nelle periferie di Parigi, a Melbourne, New York e Tel Aviv ha cercato di ricostruire la loro storia, li ha riportati lì e ha filmato i loro racconti. Un documentario straordinario e coinvolgente, un viaggio nello spazio, nel tempo e nella memoria.

L’ingresso è libero.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.