SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Si è concluso con un emozionante terzo posto l’Europeo 2020 di Brasilian Jiu Jitsu di Francesco Mininni, atleta di origine pugliese, che gareggia per il Team Checkmat International di San Benedetto. Nella finale di Lisbona il cammino di Mininni era iniziato affrontando e sconfiggendo il brasiliano di passaporto portoghese Antonio Pereira de Araùjo. Successivamente l’atleta di Alba Adriatica ha battuto il francese Brice Bedier-Dumanoir e il russo Tamerlan Vagapov, prima di arrendersi in semifinale all’ucraino Andrei Shcherbatsiuk, che poi vincerà il titolo di campione europeo, battendo in finale Ali Cinayokho.

“Sono molto contento per questo risultato ottenuto grazie a un’ottima preparazione – ha dichiarato Mininni – e soprattutto per essere tornato a combattere dopo il brutto infortunio alla spalla che riportai all’ultimo mondiale di Abu Dhabi. Il prossimo anno tenterò di nuovo l’assalto alla corona europea e adesso, grazie anche all’aiuto di Dio che è sempre con me, preparerò i miei prossimi impegni che mi vedranno combattere a Londra il 28 febbraio, poi ad Abu Dhabi ad aprile per i mondiali e infine a Barcellona a maggio. L’infortunio mi ha tenuto lontano dalle competizioni per un po’ di tempo, ma adesso mi sento bene e sono tornato più forte di prima”. Lo staff tecnico di Francesco Mininni è composto dai maestri Rodrigo Silva, Juninho Crivellari e Matteo Pagani, dal preparatore atletico Mattia Gargano e dai team manager Pasquale Giancaspro e Giacomo Tronelli


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.