TERAMO – “Autostrade per l’Italia faccia in fretta tutto ciò che viene chiesto alla società, a partire dall’implementazione del piano di gestione temporale delle emergenze e da tutti gli adempimenti richiesti dal Gip del tribunale di Avellino, allo scopo di arrivare a una rapida riapertura ai mezzi pesanti del viadotto Cerrano lungo l’A14”.

Lo afferma la Cgil Abruzzo Molise, definendo “inaccettabile” il fatto che “una società che gestisce un’infrastruttura vitale possa permettersi di mettere in ginocchio interi territori ed economie locali assumendo comportamenti irresponsabili”.

“La situazione – dice il sindacato in una nota – è ormai insostenibile: i cittadini sono esasperati e l’economia locale è già pesantemente colpita e rischia il collasso, mentre gli autotrasportatori italiani e stranieri stanno subendo danni gravissimi, con conseguenti ritardi e problemi per aziende e attività commerciali”.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.