SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Di seguito la risposta della direzione dell’Area Vasta 5 al comunicato del comitato “Salviamo il Madonna del Soccorso” (clicca qui).

“In merito a quanto pubblicato precisiamo che la Radiologia di San Benedetto non sta subendo alcun taglio né di personale né di attrezzature.

A seguito del pensionamento di tre medici, coincidente con il periodo estivo, si è avuta una riduzione dell’attività parzialmente compensata dall’invio di medici dalla Radiologia di Ascoli che è proseguita fino al periodo natalizio.

E’ stato espletato un concorso regionale per la sostituzione del personale medico e attualmente sono in fase di assunzione alcuni Radiologi che prenderanno servizio nel periodo marzo-aprile.

Nel frattempo per assicurare e proseguire l’attività di screening la Direzione di Area Vasta ha autorizzato l’espletamento di turni con risorse aggiuntive.

Per quanto riguarda la situazione delle apparecchiature si fa presente che è in fase di imminente acquisizione un ecografo di alta fascia per la Senologia di San Benedetto.

Nel piano di investimenti dell’Area Basta 5 per il 2020-2021 è stata prevista la sostituzione sia della Tac che della Risonanza Magnetica, considerando che nel 2019 è stata già sostituita la vecchia Tac situata al Pronto Soccorso con un apparecchio multistrato.

Non vi è alcun disegno di potenziamento o depotenziamento di un ospedale rispetto all’altro. I pediatri di San Benedetto del Tronto sono stati utilizzati per la breve e grave carenza di personale in Ascoli Piceno, ma contemporaneamente medici in forza all’Ospedale di Ascoli hanno coperto turni in Ostetricia e Ginecologia a San Benedetto per lo stesso motivo.”

 


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.