ANCONA – Sappiamo tutti quanto l’attività fisica sia importante soprattutto nei soggetti con patologia cronica e nei bambini.

Per questo il dottor Marco Pozzi, Primario del reparto di Cardiochirurgia pediatrica e congenita, e la dottoressa Monica Baldoni, dirigente cardiologo, hanno chiesto il supporto dell’associazione “Un battito di ali” e del Comitato Genitori Bambini Cardiopatici, per poter potenziare e promuovere questo aspetto.

“Cuori in movimento” è il progetto finanziato dalla Fondazione Cariverona che prevede la realizzazione di una app per favorire la ripresa psico-fisica post intervento per promuovere la pratica sportiva nei soggetti cardiopatici.

“Si è creata un’equipe multidisciplinare – spiega la Presidente Valentina Felici – composta dalla cardiologa Monica Baldoni, dalla Psicoterapeuta del Comitato Annalisa Cannarozzo, dal fisioterapista e Osteopata Alessandro D’Antonio, dall’informatico Gianluca Maiolini e dall’Istruttrice di attività motoria Valentina Natalucci. Ma oltre a questi professionisti ci sostiene Tommaso Catalini ingegnere in formazione e Roberto Fiorini , progettista che ci segue dall’inizio, quando questo progetto era solo una nostra idea condivisa”.

“Come genitori di bambini cardiopatici sentiamo la necessità di una guida per la riabilitazione post operatoria, poiché per i bambini non è prevista nessun programma che si occupi di questo aspetto. Grazie alla professionalità dei componenti dell’equipe stiamo predisponendo dei video di esercizi riabilitativi che i bambini potranno poi fare a casa una volta rientrati dopo l’intervento.” aggiunge Felici.

L’associazione e il Comitato hanno deciso di rendere lo Store Ikea di Ancona il loro set per un giorno, in cui i bambini e ragazzi saranno i protagonisti assoluti.

“ I video che illustrano gli esercizi ideati dal dottor Alessandro D’Antonio e supervisionati dalla dottoressa Monica Baldoni- continua la Presidente – dovranno essere svolti da casa, nel periodo post operatorio e abbiamo pensato di girarli in un ambiente confortevole e vista la collaborazione con il personale dell’Ikea ci è sembrata un’ambientazione perfetta. Abbiamo curato tutta la parte motivazionale, così da rendere l’attività riabilitativa un gioco. Proprio per questo è strutturata a livelli e per accedere al successivo bisogna aver superato con successo il precedente, proprio come nei videogames”.

“Finita questa prima parte – interviene la responsabile dei progetti dottoressa Annalisa Cannarozzo – la testeremo, offrendo gratuitamente a tutti i pazienti pediatrici e non, post operati questo percorso di riabilitazione . Poi ci dedicheremo alla promozione dell’attività fisica per tutti i soggetti cardiopatici coinvolgendo la professionista Valentina Nalatucci”.

I video sono realizzati dal videomaker del Comitato Genitori Marco Benedetti. “Ormai Marco – conclude la Presidente- riesce a catturare nelle sue riprese i messaggi che vogliamo mandare e tutte le emozioni che ne stanno alla base producendo sempre video di ottima qualità in cui traspare la spontaneità dei nostri bambini e ragazzi. Un sentito ringraziamento alla Fondazione Cariverona e al negozio Frutti & Compani di Falconara che ha realizzato una raccolta fondi per il progetto”.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.