TERAMO – Avevano preso di mira gli istituti scolastici di numerosi territori ma la loro azione criminale è stata scoperta e bloccata.

Due persone sono state arrestate e altre cinque sono state denunciate nell’ambito di un’inchiesta contro i furti nelle scuole coordinata dalla Procura di Matera.

In particolare, tra il mese di settembre 2017 e quello di luglio 2019, sono stati rubati oltre 500 strumenti tecnologici tra notebook e tablet da numerosi istituti scolastici delle province di Matera, Potenza, Taranto, Bari, Lecce, Foggia e Teramo per un danno complessivo di oltre 500 mila euro.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.