TERAMO – Sindaci e cittadini esasperati dalla viabilità in tilt e dalle migliaia di Tir che ogni giorno percorrono l’Adriatica tra il Teramano e il Pescarese attraversando popolosi centri abitati dove si creano file chilometriche. Questa mattina, su iniziativa del presidente Diego Di Bonaventura, si sono incontrati a Silvi gli amministratori locali dei Comuni interessati dai provvedimenti di sequestro dei viadotti emessi dalla Procura di Avellino a carico di Società Autostrade: oltre a Silvi anche Pineto, Roseto e Giulianova.

“Da Roma non arrivano notizie, la situazione è diventata insostenibile sia da un punto di vista ambientale sia da quello della sicurezza – dichiara il presidente Diego Di Bonaventura – stiamo valutando gli atti da adottare nell’ambito dei nostri poteri e delle nostre competenze. Potrebbero essere ordinanze di divieto di transito per il traffico pesante. Una scelta forte che non si fa a cuor leggero ma è l’unica scelta che ci lasciano di fronte alle crescenti problematiche, anche di ordine pubblico, che si stanno palesando in un quadro di totale incertezza rispetto a tempi e modi di risoluzione di questa incredibile vicenda”.

La Prefettura di Teramo, intanto, ha convocato una nuova riunione del Cov (Comitato operativo per la viabilità) per questo pomeriggio, 20 gennaio, alle 16.30.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.