MONTEPRANDONE – Una banda criminale, ben organizzata, dedita a colpire le abitazioni in assenza dei proprietari e svaligiare in tranquillità.

Ma la pacchia è finita per due uomini e due donne, di nazionalità albanese, residenti nel Maceratese.

I quattro sono stati arrestati dai carabinieri di Civitanova Marche per furti in abitazione nella provincia di Macerata ma anche nel Piceno con quattro casi accertati a Centobuchi. Il quinto è andato male, i malviventi sono stati fermati dai militari.

Nel mirino dei ladri in trasferta nel Piceno soldi, monili d’oro, preziosi, oggetti di valore e tutto quello che si poteva arraffare sul momento. Bottino da circa 5 mila euro. Rinvenuti attrezzi per lo scasso, passamontagna, cellulari e torce.

Le indagini dei militari hanno permesso di risalire ai responsabili e di arrestarli. I militari, infatti, hanno seguito nel fine settimana da poco passato i quattro in viaggio nel Piceno per prenderli in flagranza di reato. Ora dovranno rispondere dei tanti furti davanti all’autorità giudiziaria.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.