SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il Comune di San Benedetto ha dato incarico all’avvocato Andrea Galvani, prevedendo una spesa di 10 mila euro, per ricorrere davanti al Tar Lazio al fine di ottenere la sospensione cautelare di un parere della commissione tecnica Via e Vas del Ministero dell’Ambiente emesso il 5 luglio 2019 sul tema del progetto Stoccaggio Gas.

Quel documento, infatti, si legge dagli atti di Viale De Gasperi, sanciva che “alla luce della documentazione esaminata non ci siano evidenze che gli eventi sismici richiamati possano avere modificato l’assetto tettonico della struttura del sito proposto per lo stoccaggio”.

Una determinazione, quella della commissione, che evidentemente mette in pericolo la storica sentenza dello stesso Tar Lazio che, a giugno del 2019, aveva sancito che il giacimento dell’Agraria, sito dell’originale progetto di Gas Plus, “si trova in un’area la cui classe di pericolosità sismica, alla luce degli eventi sismici occorsi a partire dall’agosto del 2016, sarebbe più elevata di quella indicata nel documento prodotto da Gas Plus nel 2012”.

Una sentenza, quella, che allontanava un po’ di più il progetto dello Stoccaggio e che quindi l’azione del Comune mira in qualche modo a proteggere dal successivo parere della commissione.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.