SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Paolo Montero presenta la sfida contro la Vis Pesaro a 24 ore dal calcio di inizio. Lo fa dopo una settimana in cui la squadra ha volato sulle ali dell’entusiasmo dopo l’impresa di Trieste arrivata in nove uomini. Una prestazione e una vittoria storica che Montero imputa tutta ai suoi giocatori e al loro impegno in campo e negli allenamenti. “Potevano prendersi 9 giorni di fila di riposo ma loro hanno deciso di tornare a lavorare dopo Natale: hanno voluto lavorare e questo ha pagato. Certo – prosegue il mister – c’è stata un po’ di fortuna ma l’atteggiamento è stato fantastico, non si vedeva l’inferiorità numerica. Sono orgoglioso perché hanno deciso di tagliarsi le vacanze e son stati ripagati”.

Adesso arriva la Vis Pesaro, in una partita che Montero, non nascondendosi, definisce decisiva: “Da tempo dico che la classifica del girone è destinata a spaccarsi e nelle prossime partite può succedere visto che ci saranno tanti incroci fra squadre di alta e bassa classifica. A noi conviene che si spacchi adesso ma bisogna vincere, domani dobbiamo portare a casa i tre punti a tutti i costi, anche giocando male”.

Sulla Vis Pesaro: “Una squadra che si è rinforzata, dal punto di vista tattico difendono bassi ma noi non dobbiamo dimenticare che hanno giocatori di qualità e sono bravi nelle ripartenze, ce ne siamo accorti nella partita di andata”. In merito alla formazione che scenderà in campo orfana degli squalificati Cernigoi e Miceli e dell’infortunato Santurro, che ha avuto una ricaduta: “Giocano Grandolfo e Massolo. Il livello che esprimiamo in allenamento è alto perché c’è concorrenza e tutti si devono guardare indietro. Anche Massolo gioca, a Trieste ha fatto una grande partita”.

 


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.