SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Sarebbero 15 le gallerie autostradali tra Marche e Abruzzo per le quali la “Commissione Permanente” del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici ha interessato Autostrade per l’Italia per realizzare degli interventi interni al fine di valutare lo stato della sicurezza delle stesse.

La notizia, dopo il crollo di circa 2,5 tonnellate di materiale avvenuto alla Galleria Berté di Genova (Autostrada 26), chiusa il 29 dicembre a causa del cedimento, è stata diffusa dal quotidiano La Repubblica e ulteriormente precisata poi dal quotidiano genovese Il Secolo XIX. Secondo il quale già “un mese e mezzo prima” del crollo il Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici aveva prescritto ad Autostrade di svolgere una serie di lavori.

Il documento è stato poi sequestrato dalla Guardia di Finanza che sta indagando sul cedimento alla Galleria Berté. Secondo quanto riporta il giornale ligure, l’ingegner Donato Carlea, presidente della commissione, ha scritto: “La commissione ritiene di dover prescrivere misure di prevenzione integrative a quelle proposte ritenute idonee all’effettiva riduzione di situazioni critiche che potrebbero mettere in pericolo la vita umana per garantire un minimo di sicurezza agli utenti delle gallerie“.

Ci sarebbero 105 tunnel in concessione ad Autostrade per l’Italia, più altri 90 in concessione ad altre aziende, dove potrebbero esserci carenze in materia di sicurezza e sui quali sono in corso accertamenti.

Di questi, ben sedici sono nel tratto marchigiano-abruzzese con una rilevante concentrazione tra Pedaso e Martinsicuro. Dalla infografica pubblicata lo scorso 11 gennaio sul Secolo XIX (e anche da La Stampa), queste sono le gallerie della zona, che abbiamo elencato da nord a sud.

Galleria Pedaso, Pedaso.

Galleria San Basso, Cupra Marittima.

Galleria Castello, Cupra Marittima.

Galleria Castello, sotto al centro storico di Grottammare.

Galleria San Cipriano, Grottammare.

Galleria Montesecco, Grottammare.

Galleria Croce, San Benedetto del Tronto.

Galleria Monterenzo, San Benedetto del Tronto.

Galleria Colle di Marzio, a Martinsicuro.

Galleria San Marco, a Cologna Paese tra Roseto e Giulianova.

Galleria Solagne, Pineto.

Galleria Colle Marino, Pineto.

Galleria Colle Pino, Pineto.

Galleria Pianacce, Silvi Marina.

Galleria Cappelle Tavo, vicino Pescara.

Galleria Immacolata Vaccari, Chieti.

 

Sulla questione sono intervenuti i senatori marchigiani del M5S Mauro Coltorti e Giorgio Fede: “Diventa necessario intervenire, oltre che per verificare lo stato di degrado delle strutture, per migliorare i sistemi di drenaggio, le piazzole di emergenza, l’erogazione idrica, l’illuminazione, le vie di fuga, la resistenza al fuoco, i sistemi di comunicazione e allarme, l’illuminazione elettrica. Si tratta di un immane problema e il report del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici potrebbe costituire solo la punta dell’iceberg”.

“Va detto che alcuni lavori di adeguamento delle gallerie nella zona tra Pedaso e San Benedetto erano iniziati dopo l’incendio della Galleria Castello di Grottammare nell’estate 2018 – aggiunge il sambenedettese Fede – Il tutto senza creare allarmismo, ma le cronache degli ultimi mesi lasciano dubbi anche sulla gestione ordinaria”.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.