SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Una a te, una a me. Per la Samb che sabato prossimo incontrerà al Riviera delle Palme la Vis Pesaro, è anche tempo di calciomercato: mancano 15 giorni alla chiusura della sessione estiva e fino ad ora i movimenti del club rossoblu sono stati sostanzialmente in pareggio, in termini di budget, tra entrate e uscite.

Risolto il contratto con il portiere Raccichini e con il giovane  centrocampista Brunetti, ceduto Zaffagnini (al Picerno), sono arrivati il portiere Massolo (dalla Virtus Entella) e l’attaccante Grandolfo (dalla Vis Pesaro).

L’obiettivo dichiarato e necessitante è avere un centrocampista di corsa, il classico interditore sulla mediana, uno, per restare agli ultimi campionati, alla Lulli o alla Marchi. Grande corsa e capacità di recupero e anche di inserimento in modo da affiancare Angiulli e consentire a Montero anche quelle modifiche tattiche, ad inizio partita o a gara in corso, di fatto negate nel girone di andata, specie quando Rocchi, indisponibile, ha ridotto ad appena due il numero di centrocampisti sulla carta titolari, Gelonese oltre al citato Angiulli.

E se il direttore sportivo Fusco appunta nomi e trattative (l’abboccamento forse andato più in là è con Nicolas Izzillo, classe 1994, 135 presenze in Serie C con Messina, Isola Verde, Juve Stabia e Pisa, ora finito ai margini con i toscani in Serie B), mentre vi sono stati contatti con l’entourage di Moses Odjer, classe 1996, ghanes e con oltre 110 presenze in Serie B con Catania e Salerninata, dove gioca da cinque stagioni ma dove nell’ultima è entrato solo 4 volte da titolare (11 presenze in tutto). Operazione non semplice questa anche perché il calciatore, nel caso lasciasse Salerno, cercherebbe prima una sistemazione in Serie B.

Ma questi sono i sogni e la cruda realtà ci riporta a come avevamo iniziato l’articolo: “Una a te, una a me“. Qualsiasi arrivo è subordinato alla partenza di un calciatore della Samb e le speranze del club sono quelle di piazzare il giovane Gabriele Bove, al terzo anno in rossoblu ma sempre meno impiegato e in scadenza di contratto. Il ragazzo ha rifiutato il trasferimento su richiesta di due formazioni del girone C della Serie C e il tentativo è quello di riuscire a combinare la cessione a qualche squadra del Nord o Centro Italia.

Senza questa partenza le bocce resteranno ferme, a meno di strappi al momento difficili da ipotizzare da parte del presidente Franco Fedeli.

 

 


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.