SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Non solo la raccolta firme avviata da qualche giorno (clicca qui), anche la politica regionale si muove per salvare la Riserva Naturale Sentina dall’erosione marittima, con il mare che prmai è arrivato a meno di dieci metri dalla storica Torre sul Porto del 1500.

Peppe Giorgini, consigliere regionale dei 5 Stelle, ha infatti presentato oggi in consiglio regionale (si discuterà alla prossima riunione dell’assemblea legislativa delle Marche) una mozione che chiede a Ceriscioli e alla Giunta Regionale quanto segue, e le parole sono estratte dalal mozione originale presentata dal pentastellato.

“Attivarsi immediatamente nelle opportune sedi nazionali e comunitarie al fine di ottenere finanziamenti e/o sbloccare canali di finanziamento adeguati che consentano di poter affrontare la grave emergenza dovuta all’erosione della zona della Sentina, promuovere in sede nazionale l’inserimento nella nuova programmazione dei fondi comunitari FESR 2021-2027 di appositi finanziamenti per le opere e le azioni previste dal Piano Integrato di Gestione delle Zone Costiere, considerare l’intervento in oggetto urgente e prioritario e conseguentemente a rimodulare la priorità della programmazione degli interventi previsti dal Piano di Difesa della Costa”.

Sentina, il mare se la mangia due metri all’anno. Parte la petizione: “Subito un intervento”


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.