GROTTAMMARE – Dopo il capitombolo del 2018, quando le presenze turistiche a Grottammare sono scese del 9,5% rispetto all’anno precedente, il 2019 fa segnare invece nella Perla dell’Adriatico un vero e proprio rimbalzo, che compensa la discesa del 2018 e reimmette Grottammare nella tendenza precedente al terremoto del 2016, almeno in ambito turistico.

Complessivamente le presenze sono aumentare del 14,82%, sfiorando le 300 mila unità. In particolar modo è il settore alberghiero a far da traino, realizzando un aumento del 17,46%, mentre gli Esercizi Complementari (ad esempio residence, camping, b&b) sono cresciuti del 4,7%.

L’aumento delle presenze è superiore a quello degli arrivi, il che significa che si è registrato un aumento dei giorni di pernottamento, passati ad una media di 4,82 (4,58 invece la permanenza media negli alberghi).

Di seguito le presenze alberghiere a Grottammare dal 2000 in poi. Manca ancora per recuperare il periodo pre-sisma.

Per quanto riguarda le presenze degli stranieri, complessivamente queste raggiungono il 12,25% del totale.

Di seguito il nostro articolo dell’anno scorso dove si può fare anche il confronto con il 2017.

Grottammare, -9,5% le presenze Turismo 2018. Dopo il record del 2016 crollo post-sisma

 

 

 

 


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.