SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Oltre mille persone identificate in questi giorni presso gli scali ferroviari del Centro Italia.

Polfer in azione nelle stazioni di  Marche e Abruzzo: compiuti quattro arresti. Un fermo è avvenuto a San Benedetto dove un 39enne  rumeno è finito in carcere a Marino del Tronto per reati contro il patrimonio.

Ad Ancona due marocchini sono stati arrestati per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale: non avevano il biglietto e hanno aggredito il capotreno alla richiesta dei tagliandi mentre viaggiavano su un treno.

A Pescara un altro arresto per resistenza, oltraggio e lesioni a pubblico ufficiale: un 37enne nigeriano non voleva mostrare il biglietto ai controllori ed è scattata una colluttazione nel quale rischiavano diversi passeggeri di rimanere coinvolti. Oltre alla Polfer sono intervenuti anche agenti della Questura pescarese.

Oltre ai fermi sono state compiute due denunce.

Ad Ancona, infine, un fatto curioso: agenti della Polfer sono stati attratti dalle richieste di aiuto derivante da un convoglio fermo e chiuso alla stazione. Un viaggiatore si era addormentato e non era sceso dal treno rimanendo “intrappolato”. I poliziotti l’hanno liberato e accompagnato su un convoglio per tornare poi a casa.

 


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.