SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Amarezza e rabbia da parte dei cittadini e anche commercianti dopo gli ultimi fatti avvenuti in Riviera.

Parliamo della rissa in piazza Montebello, avvenuta in pieno giorno e nel pomeriggio del 2 gennaio, e del vandalismo compiuto da giovanissimi durante i giorni di Natale al centro di San Benedetto. Episodi che hanno fatto, giustamente, arrabbiare residenti e coloro che lavorano nell’area in questione.

Qui i nostri articoli

Rissa violenta in piazza Montebello, cinque denunce

Vandalismo al centro di San Benedetto, nel mirino le attività commerciali e le auto parcheggiate

Riviera Oggi ha contattato al telefono la presidente di Marina Centro, Elena Piunti, per chiedere un parere sulla situazione nel quartiere nell’ultimo periodo: “Partendo dalla rissa di via Montebello, ne sono venuta a conoscenza solo stamattina poiché ieri mi trovavo fuori San Benedetto. Parlerò con le Forze dell’Ordine e i vertici della Polizia Municipale per capire se si è trattato di un fatto isolato e accidentale e che non ci sia dietro un qualcosa di più serio. Ovvio che la gravità del fatto rimane perché accaduto in pieno giorno ed è stato un brutto spettacolo, immortalato anche con dei video. Ed è anche vero che in quella zona, e vicino alla stazione, in passato, specialmente di notte, sono accaduti brutti episodi. Bisogna sicuramente monitorare meglio il centro per evitare che tutto ciò accada nuovamente”.

Sugli atti vandalici compiuti durante le festività natalizie, Elena Piunti dichiara: “Bisogna agganciare le telecamere private a quelle pubbliche. E’ una richiesta che abbiamo già fatto qualche tempo fa al Comune di San Benedetto e ora sollecitiamo nuovamente dati gli ultimi casi. A nostro parere darebbe ampio raggio alle Forze dell’Ordine per individuare i responsabili dei danneggiamenti alle attività commerciali ma anche per i privati che si ritrovano danni alle proprie case o ai propri mezzi in sosta – continua la presidente – tante volte siamo stati costretti noi a cacciare soldi per le riparazioni, in tale modo si risalirebbe al responsabile per il risarcimento ma sarebbe anche una sorta di deterrente e magari avverrebbe un considerevole calo del vandalismo. Uno, si auspica ovviamente, ci penserebbe due volte a compiere delle ragazzate che talvolta costano davvero care. Speriamo che l’amministrazione Piunti ci ascolti. Il ‘Controllo di vicinato’ darà dei benefici ma la questione delle telecamere resta importante poiché tanti episodi accadono di notte e una persona non può stare davanti al balcone o alla finestra di casa durante le ore notturne”.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.