SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il tempo di percorrenza del tragitto Ancona-Pescara sull’A14 al momento è di cinque ore: si tratta di meno di 150 chilometri, per cui in condizioni normali si impiega circa un’ora e trenta.

E’ questo uno degli effetti dei restringimenti di carreggiata conseguenti al sequestro dei viadotti, che in questo fine settimana, l’ultimo prima del Natale, si stanno facendo sentire, in particolare per chi viaggia in direzione sud ieri e oggi 21 dicembre.

Qui i nostri articoli precedenti

Sabato “nero” in autostrada. Code chilometriche da Civitanova fino a Val di Sangro

A14, ancora traffico e mezzi fermi dal Fermano a Pescara: code chilometriche in più punti

Nel corso della giornata, le code chilometriche  non hanno fatto che aumentare: al momento nelle Marche ci sono 23 chilometri tra Civitanova e Grottammare, dove si viaggia a passo d’uomo, e circa 9 chilometri tra Grottammare e San Benedetto del Tronto; in Abruzzo si registrano undici chilometri di coda tra Giulianova e Pescara Nord, tre chilometri tra Pescara Ovest e Pescara Sud e un chilometro tra Lanciano e Val di Sangro.

In serata la situazione è lievemente migliorata ma si attende con preoccupazione la giornata di domenica 22 dicembre.

Monitora costantemente la situazione viabilità il Centro operativo autostradale (Coa) di Città Sant’Angelo (Pescara).

Dal 23 i primi cantieri per la sostituzione delle barriere sui viadotti, dissequestrate dalla Procura di Avellino.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.