GROTTAMMARE – Il Comune si rinnova a Grottammare: per il 2020 è prevista la messa a bando di 6 concorsi pubblici per un totale di 12 persone da impiegare sia in ambiti amministrativi che tecnici.

La decisione è stata presa dalla giunta comunale, sentite le esigenze manifestate dai responsabili di area e dei servizi autonomi di Farmacia e Polizia locale, per rispondere alla duplice esigenza di inserire ulteriori energie nell’organizzazione e offrire occasioni a chi è alla ricerca di un lavoro.

Intanto, lunedì prossimo 23 dicembre, nel corso dei tradizionali auguri di fine anno in programma nella Sala consiliare, il Sindaco e l’Amministrazione saluteranno i 9 dipendenti che hanno concluso nel corso dell’anno il proprio servizio presso l’ente. Si tratta di Maria Laura Brugnoni della Farmacia Comunale, dell’agente di Polizia locale Francesco Vagnoni, del geometra capo area del servizio Manutenzioni Piergiorgio Butteri, della cuoca della mensa scolastica Wanda Rocchi e delle aiuto cuoche Marisa Camela e Angela Schiavoni, Giulio De Micheli del servizio Segreteria, Desiderio Croci e Giuseppe Guerrieri dei servizi Commercio e Attività produttive.

Le procedure di concorso abbracceranno vari settori della vita amministrativa comunale e saranno rivolte sia a diplomati sia a laureati. Gli avvisi riguarderanno contratti a tempo indeterminato per l’area tecnica Gestione del patrimonio (1 istruttore direttivo tecnico), per l’area finanziaria Gestione risorse (3 amministrativi contabili part-time 18h), per la Farmacia comunale (1 collaboratore part-time 30h), per la polizia locale (4 agenti a tempo pieno da assumere in periodi successivi in base alle cessazioni; 2 agenti part-time verticale 6 mesi; 1 amministrativo part-time 24h).

Oltre ai concorsi pubblici sono previsti aumenti di ore al personale già in forze, proroghe a contratti di assunzione a tempo determinato e aperture a mobilità volontarie da altri enti.

“Nei prossimi anni – dichiara il sindaco Enrico Piergallini – il comune di Grottammare, come d’altra parte altri enti locali, dovrà affrontare un sfida generazionale: infatti, si tratta di trasmettere senza fratture il patrimonio di conoscenze accumulato dalla precedente generazione di dipendenti comunali ad una nuova generazione di impiegati e funzionari, che avrà il compito di affrontare le sfide del futuro con la forza del passato. In anni in cui la disponibilità di risorse economiche è ridotta al lumicino, è determinante la preparazione e la passione delle risorse personali”.

 


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.