SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Durante l’appuntamento di fine anno dell’associazione “I luoghi della scrittura“, sabato 14 dicembre, Franco Zazzetta, tesoriere dell’associazione, ha parlato di alcune caratteristiche antropologiche e culturali della città di San Benedetto.

Zazzetta, già consigliere comunale nell’epoca della cosiddetta “Prima Repubblica”, sottolinea come San Benedetto sia ancora una città “disomogenea“, in quando dopo l’ondata immigratoria partita dagli anni ’60 dalla Vallata del Tronto e l’entroterra piceno ma anche dal resto d’Italia, ancora oggi, nonostante un saldo demografico leggermente negativo, si registra un lento aumento della popolazione, segnale dell’arrivo di nuova popolazione dall’esterno.

Con diverse conseguenze sulla vita cittadina.

Ascolta l’intervista.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.