SENIGALLIA – Squalifica di tre anni confermata anche in appello per l’ormai ex allenatore della under 17 della Virtus Fabriano calcio a 5 che avrebbe preso per il collo un arbitro donna durante una partita a Senigallia. La squalifica sarà in vigore fino al 30 novembre 2022. Lo ha deciso la Corte sportiva d’appello territoriale presso il Comitato Regionale Marche Figc-LND, composta dal presidente Giammario Schippa, vicepresidente Piero Paciaroni, dai componenti Giovanni Spanti e Lorenzo Casagrande Albano, al termine dell’udienza di ieri, durante la quale è stata ascoltata anche la direttrice di gara.

Oltre alla squalifica l’uomo ha ricevuto anche un anno di Daspo emesso dalla Questura di Ancona. I fatti sono accaduti il 24 novembre, quando l’ex allenatore della squadra giovanile di Fabriano avrebbe, secondo l’accusa, prima inveito poi preso per il collo l’arbitro donna della partita con la squadra di Senigallia di calcio a 5. La difesa, coordinata dal legale Bruno Agostinelli, valuterà insieme al suo assistito i prossimi passi.

Qui il nostro precedente articolo

Arbitro donna aggredita nella giornata contro la violenza sulle donne: follia in campo


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.