TERAMO – Nell’ambito della campagna di prevenzione voluta dal Dipartimento della Pubblica Sicurezza per reprimere la guida di veicoli sotto effetto di alcool e stupefacenti, nella notte tra il 13 e 14 dicembre la Polizia Stradale di Teramo ha organizzato un rafforzato presidio di controllo nel Teramano sulla Statale 16.

La Polizia Stradale si è avvalsa sul posto della collaborazione del Direttore del Dipartimento Assistenza Territoriale della Asl di Teramo, che ha coadiuvato il lavoro degli agenti attraverso strumentazione tecnico-sanitaria idonea all’accertamento della presenza nel sangue dei conducenti fermati, nonché della Croce Rossa di Roseto degli Abruzzi che ha messo a disposizione un’autoambulanza.

Un proficuo “lavoro di equipe” che sottolinea l’attenzione riservata al fenomeno delle “Stragi del sabato sera”: una sinergia di forze con la sigla del Protocollo sottoscritto tra Procura della Repubblica, Prefettura e Asl di Teramo in vigore sin dal gennaio del 2012, allo scopo di agevolare le modalità tecnico operative di intervento sulle condotte di guida in argomento, rendendo l’attività degli operatori delle forze dell’ordine più snella e soprattutto più efficace.

Questo il bilancio dell’attività svolta nella notte:

fermati e controllati  54 veicoli;

identificate 61 persone;

oltre ad altre contestazioni per violazioni al Codice della Strada, sono stati trovati positivi all’accertamento su alcool 6 conducenti ed uno alle sostanze stupefacenti. Ai 6 conducenti, di cui 4 saranno denunciati, è stata ritirata la patente di guida. Al conducente positivo al precursore per stupefacenti è stato effettuato prelievo ematico ritirata la patente;

un conducente sanzionato per guida senza patente e uno per mancanza assicurazione;

Il tasso alcolemico accertato più alto è stato di 2,04.

“L’obiettivo del nostro lavoro – dichiara il Vice Questore Nadia Carletti, Dirigente della Stradale di Teramo – è quello di rendere maggiormente consapevoli i conducenti dei veicoli dei rischi che assumono per se stessi e per gli altri, ponendosi alla guida in stato di alterazione. Dobbiamo educarli e sensibilizzarli per fare in modo che siano loro a scegliere di non guidare quando non ne esistono i presupposti. Un ringraziamento particolare a tutti coloro che si impegnano su questo fronte insieme alla Polizia Stradale, in particolare alla Asl di Teramo ed alla Croce Rossa Italiana”.

 


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.