GROTTAMMARE – Su il sipario. Energie Vive Focus #19_20, cartellone realizzato da Comune su un progetto cofirmato da Profili Artistici e Amat — con il contributo di MiBact Direzione Generale dello Spettacolo e Regione Marche — si apre sabato 14 dicembre con “Maratona di New York” interpretato e diretto da Eugenio Olivieri e Fabrizio Pagliaretta.

Due amici corrono. Chilometro dopo chilometro, minuto dopo minuto, si lasciano andare a una vera e propria rincorsa verbale, in cui si respirano la vita, l’amicizia, i ricordi, le vecchie ferite, Dio e le donne. Mario vorrebbe tornare indietro, spaccare tutte le facce che non ha mai spaccato, fare tutto ciò che non ha mai fatto, mentre l’amico lo incita a stringere i denti, a lottare, a non arrendersi, ad andare avanti, perché ogni giorno si deve dimostrare qualcosa per ottenere un risultato in questa vita, una battaglia nella quale dover lottare in continuazione. La velocità aumenta sempre di più, subentrano la stanchezza e i dolori, però è proprio quando si soffre che bisogna insistere, poiché in fondo siamo come animali: il più debole soccombe al più forte. Eppure, man mano che procedono la situazione sembra rovesciarsi, Mario che aveva un’andatura sbilenca acquista dinamicità, stacca il compagno, corre sempre più veloce. L’altro, ormai in affanno, rallenta e abbandona Mario, ormai solo nella sua ultima corsa.

“Maratona di New York” (1993) è il lavoro teatrale più conosciuto di Edoardo Erba, tradotto in diciassette lingue e rappresentato in tutto il mondo. È un testo di grande sensibilità, in cui dietro l’apparente semplicità si cela un risvolto inaspettato e doloroso e la corsa diventa metafora dell’esistenza, con i dubbi, le paure, le incertezze alle quali si cerca inesorabilmente di dare risposte. Uno scambio di pensieri, parole e sensazioni tra due amici, scandito dal passo felpato verso una meta indefinita, tra cadute, contratture, fitte alla milza, freddo sulla pelle, a sancire un legame profondo che resiste ai tradimenti, agli errori, alla stessa morte.

“Maratona di New York” si rivela la corsa dell’esistenza, l’estrema ultima volata per lasciare la vita e raggiungere un posto migliore, tagliare il traguardo e vincere un futuro senza rimorsi e senza rancori, proprio come il primo maratoneta, quell’eroe ateniese che percorse la piana di Maratona per gridare vittoria. Un percorso immaginario che celebra sentimenti autentici, suggella la storia, un’amicizia sincera e rappresenta l’ultimo fluire su questa terra.

Informazioni e biglietti: biglietti di posto unico in vendita a 15 euro alla Biglietteria del Teatro delle Energie (via Ischia, tel. 331 2693939) aperta il giorno di spettacolo dalle ore 19.30. Info e prevendite AMAT 071/2072439 www.amatmarche.net, Call Center dello spettacolo delle Marche 071/2133600. On line su www.vivaticket.it Inizio ore 21.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.