MARTINSICURO – Brutta storia dal Teramano.

Minaccia la madre con un coltello per avere soldi, 38enne di Martinsicuro finisce in manette.

Pretendeva dalla madre la somma di 50 euro, che gli sarebbero serviti, con ogni probabilità, per andarsi a comprare droga, ma quando la donna si è rifiutata di consegnare a quel figlio ingrato la somma richiesta, il giovane è andato su tutte le furie minacciandola con un coltello, prelevato in cucina, e iniziando a distruggere alcuni oggetti presenti in casa. Poi ha preso il cellulare della madre facendolo in mille pezzi.

La povera donna, terrorizzata dal comportamento del giovane, ha deciso di chiamare il 112. Sul posto si è portata subito una pattuglia del nucleo radiomobile di Alba Adriatica che ha arrestato in flagranza di reato, in applicazione del noto codice rosso, il figlio della vittima, D.B.R. 38enne del posto, nullafacente e che ora dovrà rispondere di maltrattamenti in famiglia, tentata estorsione, danneggiamento e porto abusivo di armi.

La donna, da tempo, era costretta a subire le angherie del figlio che continuamente avanzava richieste di di denaro e ogni qualvolta si rifiutava di darglielo, partivano violenze e minacce di ogni tipo. Per questo motivo, la vittima aveva già sporto denuncia contro il figlio violento ai carabinieri di Martinsicuro che avevano avviato con la procura della Repubblica di Teramo tutta la procedura prevista per l’allontanamento.

Dopo le formalità di rito, il 38enne è stato trasferito nella casa circondariale di Castrogno a disposizione della magistratura.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.