SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Competenza e  consapevolezza per un fine unico: la salvaguardia della vita.

E’ in questo contesto che si inserisce il nuovo corso per Assistenti Bagnanti della delegazione Fisa provincia di Ascoli Piceno, per il conseguimento del brevetto professionale,in programma ad inizio 2020.

Sono ammessi candidati dai 16 ai 55 anni di età, previa  prova di selezione. Il corso consiste di lezioni teoriche che si terranno in aula, lezioni pratiche in piscina ed in mare dove i candidati impareranno ad utilizzare tutti i presidi di salvataggio a disposizione ed  a svolgere salvataggi con diverse condizioni meteo-marine e in diversi scenari operativi, salvaguardando sempre la propria sicurezza.

E’ previsto anche un modulo di primo soccorso e tecniche di rianimazione cardio-polmonare tenuto da un medico specializzato, secondo direttive ministeriali. Il percorso risulta molto formativo e fortemente educativo soprattutto per i più giovani, che diventeranno così soccorritori acquatici sotto la guida di maestri di salvamento altamente preparati.

Al termine del corso, i candidati sosterranno un esame presieduto da rappresentanti della Guardia Costiera, dal medico e dal maestro di salvamento Fisa. Oltre ad essere un titolo utilizzabile per esercitare la professione di Assistente Bagnanti, il brevetto dà diritto a crediti scolastici o punteggi nei concorsi militari.

La Federazione Italiana Salvamento Acquatico è da ormai diversi anni presente sul territorio marchigiano per promuovere la salvaguardia della vita umana in mare, attraverso l’ organizzazione di eventi mirati, esercitazioni, corsi di formazione e prevenzione nelle scuole.

Info:  348 6973514 – fisa.marche@fisasalvamentoacquatico.it  entro il 20 gennaio.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.