SAN BENEDETTO DEL TRONTO – 42 operatori di Polizia Ferroviaria del Compartimento Polfer per le Marche, l’Umbria e l’Abruzzo impiegati, 65 persone identificate, 25 controlli a depositi di materiale ferroso, 5 pattuglie automontate dislocate lungo le tratte ferroviarie nelle zone più sensibili per la zona del Piceno in particolare nei comuni di San Benedetto del Tronto, Grottammare e Cupra Marittima.

È questo il bilancio dell’operazione “oro rosso” che, ciclicamente disposto dal Servizio Polizia Ferroviaria di Roma, su scala nazionale, si prefigge di contrastare il noto fenomeno dei furti di rame in ambito ferroviario.

L’attività preventiva posta in essere permette di scongiurare gli episodi di asportazione del pregiato materiale utilizzato in ferrovia, il rame, per alimentare la circolazione dei treni evitando pesanti ripercussioni sulla regolarità dei trasporti e disagio ai viaggiatori.

I controlli proseguiranno nei prossimi giorni.

 


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.