GROTTAMMARE – Appuntamento sociale.

Flavio Lotti a Grottammare per parlare di “Muri. Nuove separazioni a trent’anni da Berlino”.

Nell’anno del 30° anniversario della caduta del Muro di Berlino, il coordinatore della Tavola della pace interverrà, sabato prossimo 7 dicembre, nella Sala consiliare, con una serie di riflessioni sulle barriere, visibili e invisibili, che dividono il mondo contemporaneo.

“Alla fine della seconda guerra mondiale – scrive Flavio Lotti – erano 7. Trent’anni fa, nel 1989 erano diventati 16. Nei primi 10 anni dopo la fine della guerra fredda ne sono stati costruiti 14. Oggi gli studiosi dei muri ne hanno contati 77. I più vergognosi separano i ricchi dai poveri. I più impenetrabili si moltiplicano nelle menti e nei cuori. E’ tempo di aprire gli occhi sulla realtà. La costruzione di un muro è sempre l’inizio di un’epoca buia”.

L’iniziativa è uno degli appuntamenti della rassegna “Incontri” delle Giornate della Partecipazione 2019. Avrà inizio alle ore 18.

L’intervento di Flavio Lotti è stato anticipato nel corso dell’ultimo Consiglio comunale di venerdì scorso. L’assise ha infatti approvato un atto di indirizzo promosso dal Coordinamento enti locali pace e diritti umani, in occasione dell’anniversario della caduta del “muro della vergogna”, per “riaffermare la propria fedeltà ai valori e principi della Costituzione Italiana e della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani e il proprio impegno solidale per la costruzione di una società, di un’Europa e un mondo più accogliente per tutti”.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.