SAN BENEDETTO DEL TRONTO – È tempo di ricorrenze e festeggiamenti in città, per i 50 anni della scuola media Mario Curzi. In occasione dell’avvenimento, l’Isc Centro, diretto dalla Preside Laura D’Ignazi, ha promosso una serie di iniziative, che coinvolgeranno alunni, docenti e l’intera cittadinanza, per rimarcare il legame strettissimo tra la scuola e il territorio.

A presentare gli appuntamenti è la stessa dirigente scolastica, che aggiunge: “Si tratta di una data importante perché la scuola ha visto diplomarsi 6393 alunni, una bella fetta della cittadinanza sambenedettese. Inizialmente era una scuola di periferia in tre appartamenti di Via Luciani. Poi, con l’aumento delle iscrizioni, ha occupato prima tre palazzi tra via Golgi, via Luciani e via Asiago, per trasferirsi poi nel 2015 nel nuovo edificio di Via Alberto Dalla Chiesa”.

Si inizia venerdì 29 novembre, con un incontro dedicato alla figura di Mario Curzi che vedrà la presenza dello storico e archivista Giuseppe Merlini e del professor Camillo Di Lorenzo, botanico e docente. “Mi auguro che da questa esperienza gli alunni capiscano l’importanza di seguire le proprie passioni” afferma Merlini. Entusiasta anche Di Lorenzo, che si dichiara colpito dalla lettura della storia e delle pubblicazioni scientifiche di Mario Curzi.

Quella del 29 novembre, infatti, sarà un’occasione anche di formazione per insegnanti per riscoprire la figura dello scienziato sambenedettese noto in Italia e all’estero per le ricerche sulle malattie delle piante e autore di oltre cinquanta pubblicazioni. L’appuntamento è dalle ore 16.30 nell’aula magna della scuola Curzi. 

Il 6 dicembre, alle ore 17.30, si terrà la festa vera e propria: le porte della scuola si apriranno per un grande happening che coinvolgerà alunni vecchi e nuovi, oltre che ex professori e dirigenti. Previsti anche gli interventi in videoconferenza da San Diego, negli Usa, di Simone Spinozzi, ricercatore in Biotecnologie, mentre dall’Olanda sarà in collegamento Vittorio Nespeca, ricercatore in opere idrauliche, entrambi passati dai banchi dell’istituto rivierasco, così come il fisiatra dottor Alfredo Fioroni. È prevista la partecipazione del sindaco Pasqualino Piunti e del dirigente dell’Ufficio scolastico provinciale Luca Pasqualini.

Per l’occasione saranno presentati il libro “Scuola secondaria M. Curzi 50 anni insieme” e il nuovo inno della scuola, eseguito dal coro della scuola diretto dalle docenti Aurora Martoni e Stefania Di Sante, che riprende quello originale creato dal professor Pettini più di vent’anni fa aggiornato dalla professoressa Martoni.

I ringraziamenti per l’organizzazione dell’iniziativa provengo dal sindaco Pasqualino Piunti che sottolinea l’importanza per tutti gli studenti di approfondire la conoscenza su una figura  importante per la città come Mario Curzi: “È un personaggio che insegna come cercare nuovi strumenti per far progredire la società. La città è cresciuta grazie  a lui e speriamo che questo possa essere d’ispirazione per i ragazzi”.

Di seguito il programma completo delle iniziative:


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.