SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La ex scuola Curzi è stata definitivamente venduta ai privati. Ieri, 25 novembre, infatti gli aggiudicatari hanno concluso il rogito con il Comune di San Benedetto davanti al notaio Alessandra De Berardinis di Monteprandone  impegnandosi a versare oltre un milione, cifra che era rimasta da pagare sul prezzo di vendita finale dell’immobile di via Golgi, ammontante a circa un milione e mezzo.

La ditta aggiudicataria è la Lc Costruzioni Srl, terza denominazione di società che interviene nel procedimento di alienazione della scuola. All’apertura delle buste delle offerte per la struttura, il 12 dicembre del 2018, l’aggiudicatario provvisorio risultava infatti la Agile Marketing & Consulting Sas di Marino Caporossi e Alessandro Cutrignelli che però, il giorno dopo, cedono le loro quote e i nuovi soci diventano la Vincenzo Lupi Srl dell’omonimo imprenditore edile e la Cube Srl, la società il cui rappresentante legale è Mirco Assenti, cugino dell’assessore ai lavori pubblici e al patrimonio del Comune Andrea Assenti, particolare al centro del “caso” a cui si è interessata anche la Procura di Ascoli che ha disposto il sequestro dei documenti realtivi al procedimento di alienazione.

Con la nuova denominazione di Agile Marketing & Consulting di Vincenzo Lupi & Co i due soci (Lupi e Cube) si aggiudicano direttamente la scuola il 7 febbraio scorso. Il 20 febbraio la Sas si trasforma in Lc Costruzioni, una Srl, i cui soci restano Vincenzo lupi e Cube Srl, le due società che il 12 settembre chiedono di proporogare di due mesi la stipula del rogito fissata al 30 settembre, proroga accordata con determina dirigenziale del Comune il 22 ottobre scorso.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.