SANTURRO 6 Mai impegnato seriamente, evita i rischi dovuti alla palla resa scivolosa dalla pioggia prediligendo le respinte coi pugni o anche in calcio d’angolo. Giusto così.

BIONDI 7 Nei primi minuti rischia qualche passaggio di troppo che fa venire i brividi, poi si ricorda di fare il “Biondi” e accalappia Caracciolo, non uno qualsiasi. Dimostra ancora una volta di essere difensore imprescindibile per le qualità di marcatura “corpo a corpo” quanto mai utile in ogni squadra e indispensabile in questa Samb di finisseur.

DI PASQUALE 6 Qualche rischio specialmente in fase di avvio con appoggi a volte superficiali, col passare dei minuti sale di livello e soprattutto nella ripresa non sbaglia un colpo.

RAPISARDA 6,5 Forse una delle novità della giornata, specialmente nella ripresa quando la Samb vinceva 1-0. Se nel primo tempo, nel momento migliore della Samb culminato col gol del vantaggio, va in appoggio ad Orlando e contribuisce all’arrembaggio, tra l’altro un suo tiro procura una grande occasione a Volpicelli. Poi nella ripresa invece si trasforma davvero in terzino destro vecchio stampo, a supporto della linea difensiva, per evitare che col campo pesante la Samb, già a trazione anteriore, si ritrovi sbilanciata.

GEMIGNANI 7 Stantuffa senza sosta sulla corsia sinistra, dove l’intesa con la catena formata da Frediani e Di Massimo funziona che è un piacere. Travolgente per carica agonistica, importante il contributo in fase difensiva, non molla fino alla fine dimostrando una forza atletica forse unica nella squadra rossoblu.

ANGIULLI 6,5 Sbaglia qualche pallone in avvio che fa pensare ad una inspiegabile involuzione rispetto alle prestazioni tenute fino ad un mese fa. A quel punto però ritorna l’Angiulli che conosciamo, e prende in mano il gioco rossoblu. Nonostante il campo sempre più pesante e bagnato riesce sia a giocare nel ruolo di play maker basso che nelle sventagliate che aprono il campo alla ricerca di Di Massimo o Orlando.

ROCCHI 7 Torna e dà il suo contributo in termini di velocità a centrocampo, ma alla mezz’ora, su un assist d’oro di Di Massimo, cicca clamorosamente il pallone. Però si fa perdonare con una gara di intensità continua: toglie il respiro al centrocampo avversario catapultandosi su tutte le seconde palle e così creando quel cuscino di sicurezza per Angiulli che riesce a trovare tempi e modi per pensare e dirigere la squadra. Con Rocchi titolare la Samb non ha mai perso: al di là della scaramanzia che nel calcio conta sempre qualcosa, il caso ha i suoi motivi.

FREDIANI 7 Sfiora la rete in apertura, con un salvataggio sulla linea dei difensori avversari. Poi raddoppia, confermandosi goleador di questa squadra pur se sta giocando in posizione di interno di centrocampo. Eccellente l’intesa con Di Massimo con il quale congegna incroci e scambi che creano scompiglio in tutte le difese avversarie.

DI MASSIMO 7,5 Molto intelligente il suo gioco, a volte non supportato adeguatamente con lanci lunghi che avrebbero messo in difficoltà i difensori ospiti su un campo così bagnato. L’assist di tacco per Frediani è un gioiello raro per la Serie C. Ma ogni volta che ha il pallone tra i piedi indovina la giocata giusta, più intelligente e redditizia. Pronto il rinnovo del contratto?

ORLANDO 7 Molto propositivo nella fase iniziale della gara, con il suo movimento perpetuo non dà riferimenti ai difensori e funge da calamita per gli appoggi sulla linea avanzata. Nonostante il campo pesante non gli sia congeniale, la sua è una gara di pura intelligenza tattica e di grande rendimento tecnico. La sua miglior partita con la Samb.

VOLPICELLI 7 Fa un po’ fatica nel primo tempo a interpretare il ruolo di centravanti classico, stante l’assenza di Cernigoi. Sbaglia un gol facile facile a tu per tu con De Lucia. Nella ripresa invece si cala meglio nella nuova dimensione e diventa baricentro delle ripartenze rossoblu sotto la pioggia sferzante. Ottima l’intesa con Di Massimo. Poi arriva il timbro della vittoria, con gol sfiorato nuovamente nel finale. Un esempio.

MICELI 6 Entra nel finale per difendere il risultato, con una difesa con tre centrali. La sua presenza in panchina ha sorpreso: è stata una scelta tecnica di Montero. Due anni fa reagì ad un periodo in panchina con grande orgoglio e qualità.

PANAIOLI 6 Schierato per necessità centravanti al posto di Volpicelli, mostra alcuni colpi di gran classe ma anche una notevole grinta, non lesinando contrasti nel campo fangoso. Secondo noi è uno dei giovani su cui si può puntare, occorre trovare le occasioni per fargli fare esperienza perché potrà tornare utile anche nel prossimo futuro.

BRUNETTI 6 Qualche minuto per fare legna a centrocampo, viene anche ammonito per la foga.

 

MONTERO 7,5 Di nuovo schiera la Samb che ha fatto la fortuna della prima parte della stagione, fino alla partita di Cesena. Il trio Rocchi-Angiulli-Frediani di centrocampo, tutta corsa e tecnica a discapito dei centimetri, è il mood attuale del calcio italiano che propone in Nazionale Verratti, Barella, Jorginho, Sensi. In pochi forse avrebbero previsto sia questo risultato che questa qualità nel gioco dopo il periodo negativo, la scoppola di Bolzano e al cospetto di una formazione forte nei nomi, fisicamente e lanciatissima. Invece abbiamo visto la solita Samb che, tranne nei primi dieci minuti quando ha rischiato relativamente a causa dei soliti passaggi difensivi troppo disinvolti, ha mostrato il suo gioco avvolgente forte dei piedi buoni che abbondano.

Si è anche capito che con il campo pesante anche le giocate di classe sono possibili e redditizie quando semplici: il colpo di tacco di Di Massimo per Frediani in occasione del vantaggio è forse l’esempio più esemplificativo. Resta oggi il rammarico di aver perso quattro partite consecutive per clamorosi errori arbitrali e una serie di coincidenze quasi irripetibili. E’ il caso di dirlo: il campionato della Samb inizia oggi.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.