SAN BENEDETTO DEL TRONTO  – La sezione sambenedettese di Rifondazione Comunista, in seguito alla vicenda di Daniele Primavera, che dovrà rispondere anche in secondo grado di giudizio per le accuse di diffamazione e sostituzione di persona nei confronti del sindaco Piunti per aver creato una pagina satirica su facebook, ha  deciso di aprire una raccolta fondi per coprire le spese legali dell’ex consigliere comunale iscritto al partito.

Qui la nota con cui Rifondazione accompagna l’iniziativa:

“In seguito alla notizia dell’impugnazione da parte della procura di Ascoli Piceno – su istanza dell’avvocato che rappresenta il Comune di San Benedetto del Tronto – della sentenza di primo grado che aveva assolto il nostro iscritto Daniele Primavera per la vicenda relativa alla pagina da lui creata “Piunti sindaco e cantante”, il circolo di Rifondazione Comunista sambenedettese ha deciso di organizzare una raccolta fondi volta a coprire le spese legali che lo stesso Daniele dovrà affrontare nei prossimi mesi per difendere il diritto, suo e di tutti gli altri cittadini, di criticare attraverso lo strumento della satira chi ricopre incarichi amministrativi.

La gravità del caso che il sindaco Piunti ha creato nei confronti di Daniele e della pagina da lui ideata non deve essere sottovalutata: ad essere sotto attacco è la possibilità che i cittadini possano giudicare e quindi criticare i propri rappresentanti ed amministratori. Si sta parlando quindi di uno dei principi fondamentali della società democratica.

Oltre a questo aspetto di principio, va inoltre sottolineato l’aspetto più personale della vicenda. Con questo ricorso in appello Daniele dovrà aspettare mesi e forse anni prima che la sua innocenza venga definitivamente sancita. Sarà quindi una lunga attesa, che noi abbiamo deciso di mitigare dimostrando la nostri vicinanza sia dal punto di vista economico che da quello umano, sicuramente più importante.

Per questo motivo oggi abbiamo attivato una carta ricaricabile (della quale troverete gli estremi in fondo a questo post) alla quale chi volesse potrà inviare il proprio sostegno economico a Daniele per permettergli di coprire parte delle spese legali che dovrà affrontare. Inoltre è nostra intenzione organizzare un’iniziativa di sostegno a Daniele da definire nelle prossime settimane, alla quale invitiamo sin da ora a partecipare tutti i cittadini e le cittadine che abbiano a cuore la difesa del diritto di ciascuno di noi ad esprimere liberamente la propria opinione.

PER CHI VOLESSE DONARE I CODICI DELLA CARTA SONO I SEGUENTI:

Intestatario: FOSCO TRAVAGLINI

In uffici postali, tabaccherie e ricevitorie: numero carta 5333 1710 9164 5073
Con bonifico postale o bancario: IBAN IT28S3608 105138255 135255 142”


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.