VALENCIA – Esordio con vittoria. Mondiale. Tra le novità del 2019 c’è da segnalare la prima edizione del Fim MotoE World Cup, motomondiale dedicato alle motociclette a trazione elettrica.

Competizione che nel circuito spagnolo di Valencia ha visto assegnare il primo titolo iridato della sua storia: se lo è aggiudicato l’italiano Matteo Ferrari, con 99 punti, 11 in più dell’inglese Bradley Smith.

L’ufficialità è arrivata al termine della prova di Valencia nella quale il romagnolo alla guida di una moto Energica del gruppo Trentino Gresini si è classificato al quinto posto, mentre Bradley è arrivato secondo, alle spalle del brasiliano Eric Granado al termine di un bel duello.

Anche le Marche hanno contribuito a questo successo. In particolare grazie alla Menowatt Ge Spa di Grottammare, azienda leader nazionale nella green economy e nella smart city, che ha deciso fin da subito di sostenere Matteo Ferrari. Menowatt è infatti sponsor di tuta del pilota romagnolo.

Grande soddisfazione per Adriano Maroni, amministratore delegato di Menowatt, anche lui a Valencia per abbracciare il neo-campione del mondo: “Abbiamo creduto in lui e nell’importanza che questa competizione riveste sia per il futuro delle due ruote ma anche per la ricerca in ambito di motori elettrici. La nostra azienda da sempre si pone all’avanguardia nella ricerca di soluzioni tecnologiche a favore dell’ambiente, ed era quasi naturale per noi investire in questa nuova disciplina che sicuramente avrà notevoli sviluppi in futuro”.

Per ora, si parte da un titolo mondiale: non è poco.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.