CIVITELLA DEL TRONTO – Non viene assunta come badante dopo un periodo di prova a causa del rifiuto a svolgere alcune mansioni affidatele, così una cittadina polacca dà in escandescenze in un’abitazione di Civitella del Tronto.

Sono dovuti intervenire i carabinieri della locale stazione per sbrogliare una situazione che si stava facendo pericolosa dopo che O.S.K, polacca di 50 anni, non aveva accettato di buon grado di non essere stata assunta per accudire un’anziana signora, anzi, di lasciare quella casa, dopo un periodo di prova. Da quanto riportano i parenti dell’aziana, infatti, la badante aveva rifiutato di svolgere alcune mansioni a lei affidate, tanto che la famiglia aveva deciso di non proseguire il periodo di prova.

I nipoti dell’anziana signora, hanno quindi deciso di chiamare i carabinieri anche perché la badante, in preda oltretutto ai fumi dell’alcol, era completamente fuori di sé e la situazione stava per degenerare. Sul posto, oltre ai militari della stazione di Civitella, si è portata anche un’ambulanza del 118 che ha poi trasportato la donna all’ospedale di Teramo dove è stata sottoposta a un trattamento sanitario obbligatorio.

 


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.