MONTEPRANDONE – Manca ancora poco più di un mese alla festa probabilmente più amata da famiglie e giovani ma i preparativi già fervono in una comunità del Piceno e l’attesa è già grande.

Parliamo del Natale e di Centobuchi di Monteprandone. Anche quest’anno festività e iniziative a cura dell’associazione Centopercento: oggi, 13 novembre, al GiovArti si è svolta la conferenza di presentazione del cartellone natalizio 2019-20.

Erano presenti gli organizzatori dell’associazione, rappresentanti dell’amministrazione comunale fra cui il sindaco Sergio Loggi,  della Regione Marche, presente il consigliere Fabio Urbinati, e del Bacino Imbrifero del Tronto, con il presidente Luigi Contisciani. Alla conferenza anche rappresentanti degli sponsor che hanno contribuito alla rassegna come l’amministratore Matteo Ascani per Baden Haus. Anche la Provincia di Ascoli ha dato il proprio supporto.

Alla conferenza hanno preso parte anche i consiglieri comunali Martina Censori, Marco Romandini e Sergio Calvaresi, Padre Silvio Capriotti Guardiano del Santuario di San Giacomo della Marca, Nerio Fares Presidente associazione San Giacomo della Marca, Stefano Caponi presidente della ProLoco Monteprandone, Giovanni Rosati presidente dell’associazione Segui la Cometa, Marcello Fratini presidente dell’associazione Avis Monteprandone, Alessandro Cruciani, Tiziana Vagnoni e Francesco Pazzi in arte Mago Kiko associati Centopercento.

“Natale al Centopercento” è pronta, quindi, a spiccare il volo.

Dal 16 novembre 2019 al 6 gennaio 2020 torneranno il Rifugio di Babbo Natale, il Mercatino delle Botteghe Artigiane, la pista di pattinaggio, la mostra dei presepi e aperitivi al Borgo. Lo scorso anno furono 10 mila le presenze registrate durante le festività. La quinta edizione valorizzerà anche la figura di San Giacomo della Marca.

Rassegna a cura, appunto dell’associazione Centopercento che è riuscita in collaborazione con tutte le forze vitali del paese (dagli artigiani, ai commercianti, al mondo della scuola, alle istituzioni, dalle realtà associative, alle parrocchie, dal tessuto imprenditoriale e ai singoli cittadini) a realizzare questo importante progetto.

La kermesse sarà inaugurata il 16 novembre con l’apertura della pista di pattinaggio sul ghiaccio in piazza dell’Unità a Centobuchi insieme al Mercatino delle Botteghe del Paese e dei prodotti tipici (presente uno stand da Norcia). Spettacolo di trampoli e giocoleria durante l’inaugurazione. Ci sarà anche la pesca solidale. Dal primo dicembre sarà aperto il Rifugio di Babbo Natale al centro GiovArti in viale De Gasperi e sarà acceso l’albero di Natale in piazza dell’Unità. L’8 dicembre sarà acceso quello in piazza dell’Aquila a Monteprandone.

L’8, il 15, il 23 e 26 dicembre in piazza IV Novembre, al Museo dei Codici di San Giacomo della Marca e nel centro storico di Monteprandone si svolgeranno gli Aperitivi al Borgo con degustazioni di tipicità enogastronomiche a cura delle attività di Monteprandone e della Pro Loco.

Dall’8 dicembre al 6 gennaio torneranno i “Presepi al Borgo” nel centro storico di Monteprandone. Itinerario presepiale delle parrocchie Sacro Cuore, Regina Pacis, Santuario San Giacomo della Marca e San Niccolò di Bari, alle vie Limbo, Carlo Allegretti e Corso a cura dell’associazione Pro Loco di Monteprandone che comprende anche la XXV Mostra Nazionale di Arte Presepiale a Palazzo Parissi a cura di “Segui la Cometa” e la mostra dei presepi da tutto il mondo di Padre Nicola Iachini, presso Palazzo Parissi “Museo dei Codici di San Giacomo”.

L’8 dicembre si svolgerà un concerto Jazz, a cura dell’associazione Marche Jazz, nel centro storico di Monteprandone.

Il 15 dicembre sfilata sul ghiaccio del Centro di formazione professionale di Daniela Giobbi, in piazza dell’Unità, e anche l’Educational tour con agenzie di viaggi: una promozione speciale del territorio.

Il 21 dicembre ci saranno i Concerti di Natale degli allievi dell’Istituto Comprensivo “Monteprandone”.

Il 22 dicembre nella sala consiliare del centro storico di Monteprandone “Il Frustingo: il dolce più antico delle Marche”, tavola rotonda sulla storia e le tradizioni locali per la sua premiazione e ci sarà la premiazione del Concorso a premi “Il Frustingo più buono 2019”, per massaie e operatori, in piazza dell’Aquila.

Sempre il 22 dicembre, a cura dell’Avis Monteprandone, il primo raduno Harley Biker Claus in piazza dell’Unità con il gruppo V Picenum.

Il 29 dicembre si svolgerà la “Domenica solidale” a cura delle associazioni di Clown Terapia dei nostri ospedali, un evento di solidarietà in piazza dell’Unità.

Sempre il 29 dicembre, in piazza dell’Unità, il Concerto Gospel a cura della Seventeen Eventi.

Il 30 dicembre si svolgerà l’Anteprima Capodanno: una tombola musicale con spettacolo pirotecnico dell’azienda Santa Chiara e brindisi finale, appunto, anticipato.

Il 6 gennaio approderanno i Re Magi sulle tappe di “Segui la cometa” nelle parrocchie Sacro Cuore, Regina Pacis, Santuario San Giacomo della Marca e San Niccolò di Bari e per le vie del centro storico. All’Epifania arriverà, in piazza dell’Unità, la Befana e ci sarà anche una parte goliardica con la premiazione de “La scopa d’oro”: verrà omaggiata la più brutta, la più simpatica e la più sexy.

Per tutta la durata delle festività spazio al concorso “Addobbiamo il nostro paese. Balconi e vetrine di Natale”, premi per il miglior addobbo di balcone, finestra, vetrina a tema natalizio per tutto il territorio: la premiazione avverrà il 6 gennaio 2020 in piazza dell’Unità a Centobuchi. Ci sarà anche “Arrediamo il nostro paese” con decori coordinati per abbellire il centro storico e piazza dell’Unità, curati dai bambini e dai ragazzi dell’Istituto Comprensivo di Monteprandone e dalle attività associate. Non mancheranno iniziative promozionali in tutte le attività associate della Centopercento e ogni domenica animazione con laboratori tematici e trucca bimbi al GiovArti con la presenza pure di artisti di strada e musica in piazza.

“Da cinque anni abbiamo mostrato una crescita esponenziale – afferma Luigi Capriotti della Centopercento – cerchiamo di migliorare Natale dopo Natale e consolidiamo i punti di forza. Siamo orgogliosi di come riusciamo a fare tutto ciò. E non potremmo fare tutto questo senza la collaborazione di tantissime realtà delle comunità e anche grazie agli sponsor. Si sa, l’unità fa la forza. Ci presentiamo con delle conferme ma anche con novità. Tra queste il valorizzare la figura di San Giacomo della Marca.Invitiamo a partecipare alle iniziative non solo i cittadini del Piceno ma anche di altre aree”. Su San Giacomo della Marca è intervenuto Padre Silvio, frate del Santuario di Monteprandone, che ha ricordato che il luogo di culto sarà a disposizione dei visitatori, tramite anche dei bus navetta.

Il sindaco Sergio Loggi ha affermato: “Natale al Centopercento crea una coesione sociale e avvicina non solo le persone ma anche il territorio. Centro storico e Centoubuchi insieme per un grande evento, questo è sempre stato l’obiettivo principale della vecchia e nuova amministrazione. L’associazione è una realtà molto importante, composta da tutti i commercianti della collettività. ed è riuscita a far partecipare il cittadino. E’ stato anche creato del sociale per il supporto dato, e ricevuto, alle scuole. L’amministrazione è vicina all’associazione, ai commercianti e agli artigianati: sono la linfa, con loro c’è l’economia. Si promuovono crescite economiche, culturali, sociali e turistiche. Valorizziamo la figura di San Giacomo della Marca perché va tutelato essendo un patrimonio della nostra terra. Come sindaco sarà la mia prima volta, anche se in passato, ovviamente, c’ero da assessore. Sarà comunque una grande emozione e ringrazio non solo l’associazione ma anche le istituzioni (Regione Marche, Provincia di Ascoli e Bim Tronto) e tutti coloro che contribuiscono alla rassegna, sponsor compresi”.

Il neo assessore al Commercio del Comune di Monteprandone, Gianpietro Vallorani, dichiara: “E’ il mio primo intervento ed è un onore essere qui per Natale al Centopercento, rassegna molto importante. Si investe sul sociale e anche sui giovani, entrando nel mondo della scuola ma anche dell’imprenditoria. Se il territorio cresce bisogna dire grazie alle imprese produttive che partecipano ai nostri eventi. Portiamo avanti un discorso di aggregazione, un’unità di componenti diverse ma con intenti comuni come questa manifestazione che da cinque anni è un successo. Non ci fermeremo comunque qui, stiamo organizzando altre iniziative per promuovere la comunità anche in altri mesi dell’anno. E lo faremo sempre nel segno dell’unità”.

Il consigliere regionale, Fabio Urbinati, aggiunge: “Monteprandone e Centobuchi sono fortunate ad avere realtà associative, e anche amministrative, importanti che fanno iniziative di un certo spessore non solo culturale ma pure sociale. Tessuto produttivo di valore che riesce ad unirsi nonostante le naturali divisioni, imprese concorrenti che mettono da parte ambizioni per valorizzare insieme la comunità. Altri comuni limitrofi dovrebbero prendere esempio, non vedo la stessa ‘vivacità’ ed è un peccato poiché ne guadagnerebbe l’intera provincia. Negli ultimi anni si è perso molto a livello di eventi natalizi data anche la mia esperienza in un Comune vicino (n.d.r. chiaro il riferimento a San Benedetto del Tronto) Qui, invece, c’è la capacità di prendere e coinvolgere più parti di una collettività. Importante anche valorizzare la figura di San Giacomo della Marca, non è da trascurare il turismo religioso che è uno dei punti di forza del Piceno. Ringrazio Comune, associazioni e privati per la buona riuscita di Natale al Centopercento”.

Luigi Contisciani, Bim Tronto, prende la parola: “Monteprandone ha messo insieme tante componenti di una comunità e mi sarà sicuramente di esempio per la mia attività e per quello che facciamo. Noi tendiamo a valorizzare i musei presenti qui e non solo. Anche i percorsi, ci puntiamo molto per promuovere le nostre eccellenze e siamo contenti che un personaggio televisivo come Massimiliano Ossini ha sposato il progetto. Natale al Centopercento ci aiuta, senz’altro a realizzarlo”.

Matteo Ascani, amministratore di Baden Hause, chiude: “Come main sponsor abbiamo voluto aiutare e rafforzare la rassegna. Sapere che il nostro contributo fa tanto alla collettività è motivo di gioia e orgoglio. Siamo cresciuti con questa comunità e ci siamo messi volentieri a disposizione. Vorrei ricordare anche l’importanza dell’Art Bonus, opportunità per le imprese per collaborare con le realtà comunali e culturali. Ringrazio l’associazione e sono sicuro che saranno festività bellissime e da ricordare”.

Qui il programma completo con orari, date e luoghi

Festività natalizie a Centobuchi e a Monteprandone. Il programma delle iniziative dal 16 novembre fino all’Epifania


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.