Si ringrazia per la collaborazione Andrea Cardinali

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Qualche spiraglio positivo per le fermate dei treni nel Piceno. Anche se la situazione resta al momento fluida, considerando che gli orari invernali, in vigore dal prossimo 15 dicembre, non sono ancora definitivi e vi potrebbero essere delle novità.

Luci ed ombre, dunque, con qualche luce in più, almeno per ora. Infatti aumentano considerevolmente i collegamenti dell’Alta Velocità provenienti da Milano, soprattutto nella fascia pomeridiana.

Si tratta di quattro Frecciargento: il numero 8807, partirà da Milano alle 11.05 e arriverà a San Benedetto alle 15.11; il numero 8809 partirà da Milano alle 12.05 e arriverà a San Benedetto alle 16.11; il numero 8813 partirà alle 14.05 e arriverà a San Benedetto alle 18.11; infine il numero 8819 partirà dalla città lombarda alle 16.05 e arriverà nella Riviera delle Palme alle 20.11.

Quattro ore e sei minuti per spostarsi dal capoluogo lombardo a San Benedetto, tutti i giorni, con una buona frequenza nella fascia pomeridiana.

E le ombre?

Innanzitutto sembra perso il treno (è il caso di dirlo) Frecciargento che in precedenza invece, partendo da Pescara, fermava proprio a San Benedetto alle 6.30 del mattino (e il suo reciproco, il numero 8823 che fermava a San Benedetto alle 22.23). Ora entrambi fermeranno a Giulianova. Prima di una valutazione generale, tuttavia, occorrerà aspettare l’orario ufficiale (anche se i Frecciargento che abbiamo citato sono già acquistabili on line), anche perché appena usciti i nuovi orari in Emilia-Romagna, dove alcune fermate minori sono state soppresse, vi è stata una pronta reazione degli assessorati regionali coinvolti che stanno al momento interloquendo con Trenitalia.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.