SANTURRO 6 Praticamente inoperoso, anche perché i pericoli creati dal Rimini sono conclusioni, spesso dalla distanza, terminati fuori.

BIONDI 6,5 Ci mette un piedone in avvio per impedire una facile battuta a rete di un avversario, in piena area di rigore. Bene anche un suo recupero nella ripresa. Si fa notare spesso per le uscite eleganti palla al piede ma non disdegna la rudezza tipica di un difensore centrale.

DI PASQUALE 6,5 Realizza un gol annullato e ne sfiora un altro di testa. Bene in difesa.

RAPISARDA 7 Grande primo tempo il suo: una spina nel fianco della difesa riminese e chilometri e chilometri percorsi su tutta la fascia. Continua allo stesso modo nella ripresa, instancabile.

GEMIGNANI 6 Meno spumeggiante del solito, fa comunque la sua parte sia in fase di sostegno offensivo che in copertura.

ANGIULLI 6 Un po’ meno preciso del solito nel primo tempo e il gioco solitamente fluido della squadra stenta a riproporsi con la stessa bellezza, se non efficienza. Meglio nella ripresa quando avanza il raggio di gioco.

GELONESE 6 Per due volte ha l’opportunità di calciare da posizione ottima, nella prima non trova il tempo su contrasto dei difensori riminesi, sulla seconda sparacchia malamente. Buono il suo lavoro in copertura, poteva fare meglio in avanti.

FREDIANI 7 Poco dopo la mezz’ora regala un assist d’oro a Rapisarda, con un gioco di gambe impressionante. Gioca discretamente ma quando entra Di Massimo la sua qualità diventa incontenibile e il gioco di scambio di posizione con il numero 7, apprezzato già in passato, si ripropone con grande efficienza fino al gol del 2-0.

VOLPICELLI 6,5 Fatica a carburare, come se avesse addosso le scorie della preparazione di inizio stagione. Suo un tiro di sinistro che in apertura sibila alto, mentre da un suo corner scaturisce quasi un clamoroso autogol salvato sulla linea da Scotti. Va meglio col passare dei minuti nella ripresa, proponendosi spesso in maniera intelligente. Dal suo cross nasce il gol di Di Massimo.

ORLANDO 6 Impegna Scotti su invito di Rapisarda, ma trova la respinta col piede di Scotti. Alcune buone intuizioni ma gli manca il guizzo nel dribbling sull’uno contro uno.

CERNIGOI 6 Agisce da boa avanzata e subisce una notevole quantità di falli. Pericoloso su una incornata a metà primo tempo, sfiora la rete anche nel finale. 

DI MASSIMO 7 Dopo tre giornate di squalifica, rientra e inizia subito a giocare in maniera intelligente. Infatti avvia l’azione del gol con un grande lancio per Volpicelli, dal quale raccoglie il cross e segna di testa, dedicando il gol a Marcello Balloni, accompagnatore rossoblu scomparso in settimana. Procura anche l’espulsione di Scappi col secondo giallo.

CARILLO ng. Per lui gli ultimi minuti.

BRUNETTI ng.

 

MONTERO 7 Ritrova la Samb titolare o quasi, anche se per la prima volta non riesce a dimostrare con la fluidità del gioco le sue qualità. Eccezionale però il modo con cui, in sala stampa, l’allenatore uruguaiano parla della squadra che “non gli è piaciuta”. Intervista da non perdere. Dimostra di essere il vero valore aggiunto di questa squadra, e se Fedeli aggiusterà la formazione riuscendo a trovare dei rinforzi e facendo partire i giocatori che al momento non entrano mai o quasi in campo, allora questa Samb potrà davvero essere la mina vagante della seconda parte di campionato.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.