di Antonio Di Salvatore

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Nelle serate dell’8 e 9 novembre, Emma Dante, protagonista del teatro italiano contemporaneo, ha portato sul palcoscenico del teatro Concordia di San Benedetto, il risultato del grande lavoro su “Le Baccanti” di Euripide, svolto con i giovani allievi dell’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio d’Amico”. La regista siciliana, che ha scelto la traduzione di Edoardo Sanguineti, ha saputo coniugare la tradizione con la fisicità ed espressività dei giovani protagonisti. Ne è scaturita un’avvincente rappresentazione, capace di far immedesimare gli spettatori, rendendoli emotivamente coinvolti.

Lo spettacolo si è aperto con le Menadi sedute sul palco di spalle al pubblico. Sopra le donne pendeva una schiera di bambole dalle teste mozzate, come a voler fare da presagio al seguito della vicenda. I pensieri inquieti che attraversavano i personaggi davano luogo ad atteggiamenti folli, invasati con immagini dissonanti che ne facevano emergere l’ambiguità. Elementi centrali erano Dioniso, dio greco del vino e del delirio, e i riti che le Baccanti facevano in suo onore. Penteo, re di Tebe e protagonista della tragedia, si macchiava di superbia e tracotanza nel momento in cui disprezzava il dio e i suoi seguaci. Ciò lo conduceva a una terribile morte.

Nella mattina del 9 novembre, gli attori protagonisti sul palco, hanno incontrato gli studenti del Liceo Classico Giacomo Leopardi di San Benedetto del Tronto che hanno aderito al progetto “Scuola di Platea”. Ne è scaturito un piacevole dibattito tra impressioni sullo spettacolo e qualche aneddoto sul modo di lavorare della regista Emma Dante. “Emma ha un rapporto speciale con i propri allievi, ti sprona a dare sempre il massimo con ore e ore di allenamento, ma poi ottieni grandi soddisfazioni – ha raccontato Salvatore Cannova – Mediante il gran lavoro che facciamo con Emma, arriviamo ad un punto in cui siamo così immersi nella parte, che non si ha neanche più il bisogno di guidare razionalmente il proprio corpo – ha confidato Viola Carinci a una platea attenta di ragazzi.

Il prossimo appuntamento della stagione di prosa 2019-20, è venerdì 29 e sabato 30 novembre con la compagnia teatrale Evolution Dance Theater in “Night Garden”, uno spettacolo di Anthony Heinl.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.