SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Samb a caccia di un riscatto dopo 4 sconfitte consecutive. L’opportunità la fornisce la sfida casalinga di domani (domenica) alle 15 in casa contro gli “amici” del Rimini, la cui tifoseria è gemellata con quella rossoblu.

Inevitabile per Montero, che parla alla stampa alla vigilia della partita, tornare alla discussa partita di Reggio Emilia e al clamoroso errore arbitrale al 95′ inoltrato. “Non penso agli arbitri, non entra nella mia testa la questione degli arbitri. Io la penso diversamente da chi dà la colpa a quell’errore, noi non dovevamo neppure arrivare a quel punto, non dovevamo perdere quel pallone alla fine. Non la penso così” ribadisce ancora il concetto il mister “non penso all’errore perché non cerco alibi: nel calcio come nella vita”.

Perché invece di parlare degli arbitri non parliamo di Fusco (portiere classe 2001 che ha esordito alla grande al Mapei stadium) , ha fatto una grandissima partita e mi ha sorpreso il suo coraggio. Negli spogliatoi mi è sembrato sicuro di sé, non me lo aspettavo”. Poi l’aneddoto (GUARDA IL VIDEO): “Lo spiavo negli spogliatoi senza farmi vedere e mi ha impressionato il suo attegiamento”.

“Dobbiamo migliorare individualmente, sempre di più: è questo quello che mi interessa” dice il mister. La Samb perde Miceli (squalificato per una giornata) ma tornano Rapisarda e Di Massimo: “Domani tornano e sono molto importanti per noi, ci aiuteranno”. Per Di Massimo, però, potrebbe esserci la panchina dall’inizio, non facile togliere in questo momento positivo calciatori come Orlando e Volpicelli, “è la cosa più probabile” commenta l’uruguaiano che sul Rimini dice: “Sono molto pericolosi quando ripartono e poi difendono molto bene”.

Samb-Rimini, la probabile formazione rossoblu (4-3-3)

Santurro

Rapisarda Biondi Di Pasquale Gemignani

Gelonese Angiulli Frediani

Volpicelli Cernigoi Orlando

 

 


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.