FERMO – Nell’ambito dei servizi programmati di controllo del territorio che periodicamente la Questura di Fermo organizza sulla costa fermana (ed in particolare nella cittadina di Porto San Giorgio e Lido Tre Archi) mirati al contrasto dell’attività di spaccio di sostanze stupefacenti e di prevenzione di reati, le giornate del 7 e 8 novembre, hanno visto la partecipazione, oltre che di pattuglie della Polizia di Stato dedicate al controllo del territorio.

Anche del Reparto Prevenzione Crimine di Pescara e dell’unità cinofila della Guardia di Finanza.

I controlli venivano concentranti a Lido Tre Archi, Lido San Tommaso e Casabianca.

Venivano effettuati numerosi posti di controllo, che hanno portato alla verifica di 60 persone di cui 30 stranieri, numerose peripatetiche e circa 35 veicoli.

Da tale verifiche si segnalava quale assuntore un giovane di nazionalità albanese trovato in possesso di hashish.

Inoltre, nei giorni scorsi, personale dipendente dell’Ufficio Immigrazione notificava a due giovani cittadini stranieri, uno di nazionalità albanese l’altro algerina, due provvedimenti di espulsione a seguito dei quali venivano accompagnati presso i centri di permanenza di Potenza e Roma ai fini del rimpatrio.

 


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.