TERAMO – Criminalità “anomala” in azione nel Teramano.

Nel pomeriggio di martedì 5 novembre una pattuglia del Commissariato di Atri, mentre transitava sulla Statale 16, veniva richiamata dalle urla di una donna e ha bloccato e successivamente denunciato per furto un 50enne di Silvi, che poco prima aveva rubato all’interno del supermercato Lidl, sempre di Silvi, sette pezzi di formaggio pregiato.

Nell’occasione determinante è stata, infatti, la prontezza della dipendente che poco prima aveva intravisto l’uomo che si aggirava con fare sospetto all’interno dell’esercizio e avendolo visto anche uscire dal supermercato senza imboccare la corsia prevista per coloro che non acquistano nulla gli aveva intimato di utilizzare l’uscita giusta, ovvero quella munita di porte antitaccheggio.

Essendo scattato il sistema di allarme al passaggio dell’uomo, questi si dava alla fuga tentando di prendere la bicicletta ma veniva rincorso dalla dipendente che lo invitava restituire il maltolto. Il 50enne allora, dopo aver restituito 2 pezzi di formaggi, si dava nuovamente alla fuga in bicicletta, ma nel frattempo, una pattuglia della volante in servizio di perlustrazione veniva richiamata dalle urla della dipendente che indicava il fuggitivo quale autore di un furto.

Dopo un breve inseguimento, nonostante il ladro, al fine di sfuggire all’Alt della polizia avesse imboccato con la bicicletta marciapiedi e stradine non asfaltate, gli agenti riuscivano comunque a bloccarlo, trovandogli addosso altri 5 pezzi di formaggio pregiato e denunciandolo, pertanto, per il reato di furto.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.