GROTTAMMARE – Tutto pronto in Riviera per un classico, e gradito, appuntamento autunnale.

Conto alla rovescia a Grottammare per la Fiera di San Martino, edizione 2019. Due giorni di festa, il 10 e 11 novembre.

La Fiera di San Martino è l’evento tradizionale dell’autunno grottammarese, la cui storia si perde nelle notte dei tempi. La partecipazione alla manifestazione mercatale è sempre molto alta, con oltre 400 banchi di vendita o di esposizione che invadono tutto il centro cittadino, per circa 9 mila mq di superficie.

Alla Fiera sono abbinate anche iniziative culturali e di intrattenimento che rievocano alcuni momenti della storia cittadina.

Presenti 397 stand (merci varie, prodotti alimentari, casalinghi e ferramenta, somministrazione bevande e alimenti, animali e fiori, produttori diretti, espositori e promotori) più tredici associazioni no profit. Il 10 novembre, da piazza San Pio V, si parte con “Annuncio del Capitano del Popolo” che aprirà la kermesse, alle ore 16. Seguiranno spettacoli di falconeria ed esibizioni in abiti del XV secolo rispettivamente con Falcong e Orme del tempo. Il Capitano è ormai una figura storicamente legata sia alla Fiera sia alla Sacra.

Nel giardino comunale, il 10 e 11 novembre, ci sarà l’Angolo della Pace: promozione dei diritti umani a cura della Consulta per la fratellanza fra i popoli in collaborazione con gli istituti scolastici e il Comitato Genitori Ic Leopardi. L’angolo prenderà il posto del Chiosco della Pace.

Conferma per la fattoria didattica, sempre al giardino comunale, il 10 e 11 novembre a cura dell’associazione Presepe Vivente. Un appuntamento molto apprezzato dai piccini e dalle famiglie.

Altra conferma, il mercato della terra di Comunanza, in piazza Kursaal il 10 e 11 novembre, piccole realtà della zona montana, progetto coordinato dal Comune di Comunanza e da Slow Food.

Ovviamente non mancheranno stand gastronomici nella pineta di piazza Kursaal, il 10 e 11 novembre, a cura dell’associazione culturale “Madonna della Speranza” di Grottammare.

Presenti i bus navetta gratuiti:

da San Benedetto (rotonda Ballarin-rotonda via Garibaldi) con fermate presso lo chalet Ischia, Ristorante Tropical, Camping Don Diego, residence Le Terrazze, hotel Velia);

da Cupra Marittima (piazzale della Libertà-stazione ferroviaria) con fermate presso l’ex pesa pubblica, fosso Acquarossa, Ascani, ex hotel Tivoli.

Parcheggi:

lungomare, lungo la linea di transito e isola pedonale di viale della Repubblica;

parcheggio ex piazzale ferroviario;

area parcheggio sottopasso ferroviario Pertini (est Ferrovia, zona Le Terrazze);

parcheggio via Modigliani (ovest Ferrovia, zona Tesino Village);

parcheggio centro storico;

Soccorsi:

I mezzi di soccorso saranno presenti davanti all’ingresso ovest del Municipio (Statale 16) e in piazza Kursaal;

Vigilanza:

Il servizio di vigilanza è confermato per garantire maggiore sicurezza fino a tarda sera. E’ gestito dal Corpo della Polizia Municipale e dalle Forze dell’Ordine in collaborazione con i volontari della Protezione Civile e un’agenzia di vigilanza privata.

Oggi, 5 novembre, conferenza di presentazione in Comune alla presenza del sindaco Enrico Piergallini e dell’assessore alle attività produttive Lorenzo Rossi.

Lorenzo Rossi dichiara: “La Fiera 2019 sarà segnale di continuità. Evento plurisecolare, l’annuncio del Capitano del Popolo ce lo ricorda. Rievocazione storica e semplice ma molto intensa. Il Capitano apre la kermesse ed è un simbolo della vita pubblica di Grottammare. Lo spettacolo di Falconeria è una conferma gradita e ci saranno delle esibizioni di scherma rinascimentale, caratteristiche con abiti d’epoca. Quest’anno non abbiamo fatto grandi stravolgimenti ma abbiamo conservato i punti di forza che negli ultimi anni si erano presentati. L’Angolo della Pace prenderà il posto del Chiosco, voluto in primis dagli stessi organizzatori. La fattoria didattica per il quinto anno sarà presente e ringraziamo ancora una volta Fabrizio Rosati dell’associazione Presepe Vivente, un’iniziativa che piace alle famiglie e non solo – aggiunge l’assessore – Ci saranno anche i membri dell’associazione vivaisti di Grottammare che faranno conoscere a grandi e piccini il loro mestiere. E’ un piacere riaccogliere anche il mercato della terra di Comunanza, in piazza Kursaal, e gli stand gastronomici nella pineta adiacente per chi vuole gustarsi un pasto comodo seduto sulle panche corredate da tavolini. E’ la fiera più grande della provincia di Ascoli ma anche delle “Marche basse”. Saranno presenti oltre 400 espositori, segno forte del valore dell’evento. La novità è dal punto di vista logistico: via Laureati era troppo stretta e affollata, è stato deciso quindi di spostare solo in quel tratto coloro che somministrano bevande e alimenti in via Verdi. Resta immutata la posizione su viale Crucioli lungo la pineta. Cambia solo il lato, non più ad L ma a T. In via Laureati ci saranno posti per artigiani ed espositori. Bus navetta, gratuito a cura della Start, da San Benedetto a Grottammare e anche da Cupra, Ringraziamento personale all’ufficio Commercio, composto da due persone, che si stanno prodigando per la realizzazione della Fiera”.

Enrico Piergallini aggiunge e conclude: “E’ una Fiera che resiste nonostante i tempi moderni e la società attuale dove si parla sempre più tramite la tecnologia. Con la Fiera si recupera il contatto umano, il vivere e condividere in piazza e nelle vie sensazioni ed emozioni. La Fiera dice al mondo contemporaneo di ‘non andare troppo in là’ e di riflettere sui valori da preservare e mantenere. Riguardo a sicurezza e viabilità scriverò ai primi cittadini limitrofi per avere un aiuto sulla gestione della circolazione, specie sulla Statale 16, dato anche il problema traffico in autostrada. Sicuri i semafori lampeggianti, poi si studierà un piano insieme agli altri sindaci”.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.