MONTEPRANDONE – La prima è andata, con l’Handball Club Monteprandone capace di liquidare Guardiagrele al netto di una decina di minuti di sofferenza iniziale (32-25 il risultato alla fine). La seconda sfida, ancora interna, è dietro l’angolo. E stavolta è di quelle proibitive: sabato alle 18.30 al palazzetto di via Colle Gioioso arriva il Cus Ancona, squadra accreditata da tutti come la super favorita per il grande salto in serie A2, dove quel tutti include anche il coach blu Andrea Vultaggio, che alla vigilia del torneo di B maschile girone Marche-Abruzzo ha speso parole importanti per i dorici.

Dunque il Cus, dopo l’agevole successo contro Città Sant’Angelo Under 19, scende a Monteprandone e per la giovane squadra di Vultaggio sarà un test assai probante. Di sicuro occorrerà essere più continui rispetto all’esordio stagionale. Nella speranza di riscattare l’ultimo precedente, quello del marzo scorso, nel penultimo impegno casalingo del torneo, quando Ancona rifilò il primo dispiacere interno ai monteprandonesi.

Novità in squadra: l’ala Morgan Nepa, che in estate era tornato all’HC dopo un periodo di inattività, ha dovuto rinunciare di nuovo all’avventura in maglia blu per motivi personali.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.