GROTTAMMARE – L’Amministrazione comunale è in cerca di un professionista a cui affidare la direzione dei musei cittadini. La scelta avverrà tramite selezione pubblica comparativa, per titoli e progetto di gestione, e colloquio conoscitivo.

Le domande di ammissione vanno presentate entro lunedì 4 novembre.

I candidati devono possedere cumulativamente i seguenti requisiti culturali e professionali:
1. titolo di studio: diploma di laurea (DL, vecchio ordinamento) in Conservazione dei Beni Culturali o in Lettere, ovvero delle Lauree magistrali e specialistiche (nuovo ordinamento) equiparate secondo le normative di legge (il singolo candidato avrà cura, in caso di possesso di titoli diversi, di indicare i riferimenti normativi che stabiliscono l’equipollenza; per i candidati cittadini di uno degli altri Stati membri dell’Unione Europea, la verifica dell’equivalenza del titolo di studio posseduto avrà luogo ai sensi dell’art. 38, comma 3, D. Lgs. 165/2001 e dovrà risultare da idonea certificazione rilasciata dalle competenti autorità);
2. conoscenza delle applicazioni informatiche di Office (Word, Powerpoint, Excel);
3. conoscenza approfondita della lingua inglese;
4. avere effettuato studi e pubblicazioni su riviste accademiche e/o specializzate di settore.
Il possesso dei suddetti requisiti dovrà essere dichiarato nella domanda di partecipazione, scaricabile dal sito del Comune alla voce “Bandi e concorsi”, dove è possibile consultare anche l’avviso pubblico integrale.

Il sistema museale del Comune di Grottammare è costituito da tre musei: Museo Torrione della Battaglia e Museo Il Tarpato, che si trovano nel vecchio incasato, e MIC Museo dell’Illustrazione Comica, in piazza Kursaal. Le prestazioni richieste all’incaricato sono riassumibili in: gestione e cura delle collezioni museali, attività di ricerca e valorizzazione del patrimonio museale, presentazione del patrimonio museale, con relativi criteri espositivi, rapporti dei musei con il pubblico e relativi servizi, cura della conservazione delle collezioni museali, partecipazione alla definizione della missione dei musei, all’elaborazione dei regolamenti e delle modalità di gestione, alla definizione degli obiettivi programmatici pluriennali e annuali.

Individuare una figura professionale adeguatamente qualificata è requisito per il riconoscimento di museo di rilevanza regionale e nazionale. In particolare, dotare i musei cittadini di una guida è una scelta ritenuta necessaria per un efficiente ed efficace funzionamento delle strutture, relativamente all’esercizio delle attività di tutela, conservazione e valorizzazione dei beni culturali e per la qualità dei servizi museali.

L’incarico professionale di Direttore dei Musei è previsto nel programma per l’affidamento di incarichi esterni per l’anno 2019 per la somma di 3000 euro annui. Verrà formalizzato mediante un contratto di lavoro autonomo della durata di 3 anni.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.