ALBA ADRIATICA – Controlli alla stazione ferroviaria di Alba Adriatica: cinque denunce. Ancora un blitz dei carabinieri di Alba Adriatica che, nel weekend appena trascorso, sono tornati nell’ormai noto “ferro di cavallo”, zona a ridosso della stazione tra le più problematiche della città.

Qui gli uomini del nucleo operativo e radiomobile, su disposizione del tenente colonnello, Emanuele Mazzotta, sono tornati a controllare l’intera area spesso al centro delle cronache per episodi legati allo spaccio e al consumo di sostanze stupefacenti. Tra le decine di persone identificate, i militari ne hanno individuate ben cinque che, nonostante il foglio di via obbligatorio della città si aggiravano nel ferro di cavallo come se nulla fosse. Si tratta di 2 cittadini marocchini e di tre italiani, residenti nelle vicine Marche.

I cinque sono stati tutti denunciati per inosservanza del foglio di via obbligatorio che era stato precedentemente emanato nei loro confronti dal questore di Teramo.

In realtà, i soggetti in questione sono stati pizzicati già diverse volte nei mesi scorsi mentre erano in città in barba a quanto disposto dalla questura, e non si esclude, anche alla luce della nuova denuncia, che possa arrivare un nuovo e più aspro provvedimento per ognuno di loro.

I controlli in città, così come in tutta la Val Vibrata, continueranno e verranno rafforzati nei prossimi giorni anche in occasione del ponte delle festività di Ognissanti, quando anche la circolazione stradale sarà destinata ad aumentare in tutta la zona.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.